The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia
The Times Russia > Forum Russia-Italia > Non classificati

La maleducazione nei Consolati

RSS
Autore
Giorno e Ora
Messaggio Operazioni
Ilcontepalatino Ilcontepalatino
male
ernesto@mail.ru
Ilcontepalatino

Apro questo thread in solidarieta' a tutti colori i quali, Russi o Italiani che siano, hanno ricevuto angherie, forme di maleducazione e trattamenti "molto ineducati", dai vari addetti o funzionari che siano di stanza presso i consolati esteri, pregando gli amici del forum di riportare le vostre esperienze sperando che siano ben diverse da quella raccontatami da una mia cara amica Russa proprio oggi.

Entrando nello specifico una signora che lavora presso il consolato di San Pietroburgo nella giornata di ieri ha effettuato un colloquio ad una mia amica che si rechera' in Italia per una vacanza di 10 giorni circa, per effettuare una sorta di "questionario" sulle motivazioni che la portano ad effettuare questo viaggio.
Ora fino a qui non ci vedo niente di strano, ma mi è stato riferito che è stata trattata come se fosse l'ultimo cane sulla terra, quasi come una prostituta che si reca all'estero per essere reclutata in qualche bordello.
Conoscendo la mia amica, estremamente gentile ed educata non ha avuto il coraggio di rispondere o per lo meno chiedere di parlare con un superiore o funzionario rappresentando che comunque in italia ha una persona di riferimento che sono io, che non faccio di certo il "pappone", ha semplicemente subito questa umiliazione sperando che comunque le diano questo benedetto visto.
Tra l'altro fosse il primo viaggio che fa' in italia capisco tutto questo interrogatorio, ma essendo già la quarta volta che ci viene, una volta pure con il marito e il figlio, mi sembra quasi inutile questo trattamento e comunque l'educazione e il rispetto deve "sempre" fare da padrone un addetto al pubblico: il biglietto da visita per l'italia.

Spero si tratti di un caso isolato, e spero di ricevere in questa discussione post invece di ringraziamento e solidarieta' con chi svolge questo tipo di servizio lontano dalle loro famiglie (ben retribuiti comunque..)

Ciao ne'
Джорджо Рианна
male
giorgiorianna@tiscali.it
Giorgiorianna

Be devo dire che per mia esperienza non sono mai stato trattato male ( e spero non accada mai il contrario )))
Marco Bacchiocchi
notdefinite
marcobacchiocchi@hotmail.com
Marco1973

Per l'ultimo viaggio fatto da mia moglie da fidanzata avevo fatto la solita Fidejussione per 90 giorni e spedito l'originale a lei per farle ottenere il visto.

Normalmente poi l'originale viaggiava con lei (le veniva restituito dall'amabasciata insieme al passaporto con visto) e quando ritornava al suo paesello io andavo in banca e sbloccavo i miei soldi (così ho fatto per ben 7-8 volte).

Stavolta l'ambasciata italiana a mosca si è tenuta l'originale, non motivando il perchè! a nulla sono valse telefonate dalla russia, sbrigate con un vago 'è stato archiviato', o mail dall'italia (ma se ci sono le mail perchè non le utilizzano per rispondere alle persone???)...

Morale della favola, dopo 3 mesi di silenzio sono andato dai carabinieri con copia delle mail inviate e a cui non ho mai ricevuto risposta, ho fatto denuncia di smarrimento dell'originale della fidejussione e, andato in banca con questa, sono riuscito a sbloccare i soldi.
Angelo Mora
male
ondarete@libero.it
Ondarete

i consolati italiani in russia sono gli unici al mondo che usano personale russo per servizi italiani. nel consolato russo a milano io non vedo italiani. queste donnine sono frustrate e vedono le russe che escono dalla russia come tante zoccole che hanno trovato lo sponsor e quindi le trattano di conseguenza. Rischiando il posto e' ovvio che con gli italiani sono piu' gentili , almeno formalmente. diverso il discorso dei funzionari italiani : questi seguono la regola che loro sono degli eletti e noi dei sudditi e quindi fanno le stesse cose che fanno i loro parassiti ministeriali in italia :sfaticati , scaricabarile e arroganti. Quando pero' uno gli sfonda il "bottom" trovando il canale (ministeriale ovvio) giusto diventano anche loro gentili. Comunque e' una prerogativa solo italiana di avere consolati indegni , vergognosi e inefficenti. angelo
Джорджо Рианна
male
giorgiorianna@tiscali.it
Giorgiorianna

non e vero
Non ti dico cosa e l ambasciata del Lussemburgo a Mosca !!
Apre solo 2 ore e per 1 giorno alla settimana ! quelli si che son dei cani !!! non il consolato italiano !!
Angelo Mora
male
ondarete@libero.it
Ondarete

pero' il lussemburgo sono quattro gatti ... anzi quattro cani . angelo
Джорджо Рианна
male
giorgiorianna@tiscali.it
Giorgiorianna

cio non vuol dire che per affari o studio non ci vada nessuno , anzi !!!
Ilcontepalatino Ilcontepalatino
male
ernesto@mail.ru
Ilcontepalatino

Da alcune informazioni assunte dalle mie fonti presumo che sia stata proprio una donna Russa a svolgere detto questionario, questo da una parte mi conforta ma se fossi io un funzionario in servizio presso il consolato la spedirei a fare un corso di buone maniere.
Adesso qualcuno mi dira' che anche in molti nostri uffici pubblici di buone maniere se ne vedono poche..avete ragione!..forza Brunetta...

Ciao ne'
Джорджо Рианна
male
giorgiorianna@tiscali.it
Giorgiorianna

Hahahahahah ! Ma quale Brunetta !! quello li non combinera nulla !! lasciamo stare e un perditempo !!
Gino Pilota
male
calzo_it@yahoo.it
Dominedio

Giorgiorianna:
Hahahahahah ! Ma quale Brunetta !! quello li non combinera nulla !! lasciamo stare e un perditempo !!

Effetto annuncio e basta- brunetta e' questo
Inverno Rosso
male
invernorosso@email.it
Invernorosso

Dominedio:
Effetto annuncio e basta- brunetta e' questo

Be' un po' di fancazzisti li ha messi in riga... io ho fatto consulenze presso enti statali e devo dire che in alcuni casi sono dei veri fan cazzisti... viva i tornelli ed i controlli!
Per quanto riguarda il consolato italiano a mosca direi che meglio utilizzare personale locale se lo si paga meno di italiani con mega indennità di trasferta, cio' non toglie che chi lavora debba essere per questo maleducato.

Poi sulla tecnica dell'annuncio di Brunetta ti do' ragione.
Daniel Cassano
male
vatnaiceman944@libero.it
Vatnadanyl

Vogliamo anche parlare dei consoli???..))
Il mio passaporto è fermo in Consolato da parecchie settimane..nonostante l'invito sia già pieno di polvere!

Diciamo che non si tratta d'educazione,devono semplicemente far pesare il fatto che tu voglia andare nel loro paese.
Oleg Capovani
male
oleg_guitar@fastwebnet.it
Olegsvjatoslav

Ho tentato di mettere piede al consolato di Milano una volta, e mi è bastato.
4 ore in fila e non sono riuscito neanche ad entrare.
Robe da girone kafkiano...
Da lì in poi mi sono affidato sempre ad una agenzia,
ovviamente loro hanno una corsia preferenziale a dispetto dei comuni mortali.
Una volta una loro impiegata ha commesso un errore, posticipando la data di consegna, e un suo collega
è riuscito a farmi avere il visto in un giorno. Questo per far capire la differenza di trattamento.
Stefano Manfredi
male
ManStef@hotmail.com
Stef

Ilcontepalatino:
Apro questo thread in solidarieta' a tutti colori i quali, Russi o Italiani che siano, hanno ricevuto angherie, forme di maleducazione e trattamenti "molto ineducati", dai vari addetti o funzionari che siano di stanza presso i consolati esteri, pregando gli amici del forum di riportare le vostre esperienze sperando che siano ben diverse da quella raccontatami da una mia cara amica Russa proprio oggi. Entrando nello specifico una signora che lavora presso il consolato di San Pietroburgo nella giornata di ieri ha effettuato un colloquio ad una mia amica che si rechera' in Italia per una vacanza di 10 giorni circa, per effettuare una sorta di "questionario" sulle motivazioni che la portano ad effettuare questo viaggio. Ora fino a qui non ci vedo niente di strano, ma mi è stato riferito che è stata trattata come se fosse l'ultimo cane sulla terra, quasi come una prostituta che si reca all'estero per essere reclutata in qualche bordello. Conoscendo la mia amica, estremamente gentile ed educata non ha avuto il coraggio di rispondere o per lo meno chiedere di parlare con un superiore o funzionario rappresentando che comunque in italia ha una persona di riferimento che sono io, che non faccio di certo il "pappone", ha semplicemente subito questa umiliazione sperando che comunque le diano questo benedetto visto. Tra l'altro fosse il primo viaggio che fa' in italia capisco tutto questo interrogatorio, ma essendo già la quarta volta che ci viene, una volta pure con il marito e il figlio, mi sembra quasi inutile questo trattamento e comunque l'educazione e il rispetto deve "sempre" fare da padrone un addetto al pubblico: il biglietto da visita per l'italia. Spero si tratti di un caso isolato, e spero di ricevere in questa discussione post invece di ringraziamento e solidarieta' con chi svolge questo tipo di servizio lontano dalle loro famiglie (ben retribuiti comunque..) Ciao ne'

Dalla mia esperienza il personale del Consolato russo di Milano lo trovo molto incasinato nella gestione del lavoro piuttosto che maleducato in sè, io l'ultima volta ho preferito prendere il visto con un'agenzia li' vicino, a S.Siro, per risparmiarmi tempo e soprattutto incazzature.
E' anche abbastanza fastidioso far entrare la gente solo a piccolissimi gruppi, è la dimensione della sede stessa che è ridicola rispetto all'entità numerica quotidiana delle persone. Altra cosa : tutti o quasi qui parlano della necessità della fidejussione per far ottenere il visto d'ingrssso in Italia per la persona desiderata, attenzione che in sua sostituzione si puo' fare un molto piu' comodo BONIFICO BANCARIO, sempre a suo favore, la quale ricevuta porterà poi all'Ambasciata/Consolato italiano per l'ottenimento del visto; quando viene in Italia avrà i contatanti del bonifico da restituire;spese bancarie attorno ai €60, almeno la mia banca.
Attenzione che i genitori di chi è cittadino/a russo/a e poi anche italiano/a (per ottenimento di cittadinanza) non hanno bisogno di alcuna fidejussione o bonifico, ma solo del modulo compilato e firmato diciamo in questo caso dal figlio/a purchè si presentino all'Ambasciata italiana di Mosca con il certificato di nascita del figlio/a.
Per quanto riguarda il discorso piu' specifico delle prese di posizione verso le donne, soprattutto quelle piu' giovani, all'ambasciata italiana di Mosca, anche a mia moglie è capitato di essere trattata male, solo che lei poi ha fatto presente che era anche italiana e pare che le cose siano subito cambiate, piu' recentemente è andata cosi, ma era solo una questione di richiesta d'informazioni.
Tanti anni fà invece, quando il visto lo doveva richiedere era sempre trattata male, una coda ininterminabile fuori, anche al freddo, inoltre ha visto cose, situazioni, non del tutto chiare, ragazze fuori che chiedevano di parlare esplicitamente con qualcuno degli addetti interni, chiamandolo per nome...mi pare che due anni fà ci sia stata un'ispezione "pesante" da parte del Ministero alle Ambasciate di Mosca e L'Avana.
Altra cosa : tanti anni fà, 8-10 diciamo, per ospitare una russa si doveva andare in Questura a portare il proprio rogito/contratto d'affitto della propria casa di residenza oltre alla propria dichiarazione dei redditi; io, vivendo ai tempi a casa con mio padre, ho dovuto fare in modo che la richiesta d'invito la facesse lui per la mia fidanzata, bene, poi all'ingresso in Italia, a Malpensa, le occhiate e il modo di fare della Polizia di frontiera erano quelli schifate date a una ragazza di 22 anni che viene in Italia ospitata da un uomo anziano di 65...non perchè lo dico io ma perchè è quello che aveva avvertito lei pur non conoscendo, ai tempi, l'italiano.



Link correlati Consolato Onorario Russo di Verona
Fare le cose alla russa
consolatemi!
Consolato Russo a Roma
Consolato italiano a Mosca
consolato russo palermo
consolato a Kirov?
visto in consolato
Consolato Russo a Palermo
Consolato della Finlandia a SpB
Consolato russo a Milano...