The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Guida Russia - Dove Viaggi

Insieme alla Cina, è lo Stato più grande del mondo, a cavallo tra l’Europa e l’Asia. La Russia è un paese talmente vasto da presentare al suo intimo una varietà straordinaria di paesaggi e climi. Dalle coste affacciate sul Mar Glaciale Artico, alla catena montuosa degli Urali, che tradizionalmente divide la Russia europea da quella asiatica, passando per le sconfinate pianure dell’intimo e per gli arcipelaghi delle isole del Mar Glaciale Artico e del Pacifico, la Federazione Russa è un mondo a sé stante. A partire dalla sua lingua, che usa l’alfabeto cirillico, la religione (il cristianesimo ortodosso), le tradizioni e la storia millenaria. Le città russe, poi, sono uniche e hanno un fascino incantato, come la maestosa capitale Mosca, con i suoi monumenti e gli ampi viali dominati dalle cupole dorate delle chiese, o San Pietroburgo, la città più europea del Paese, costruita sull’acqua e attraversata dalla sinuosa Neva, appositamente pensata per essere elegante e ordinata. Caviale, champagne e matrioske sono tra i simboli della Russia che però è una realtà in diventare, un Paese che si sta aprendo verso l’Occidente mantenendo comunque ben salde le sue radici. Un Paese che colpisce per le sue contraddizioni, ma anche per la sua grandissima vitalità.
(M.P.)

Capitale

Mosca. È la città più grande e popolosa delle Russia, ma anche la più rappresentativa dei cambiamenti che attraversano l’intatto Paese, in bilico tra l’attaccamento alla tradizione e l’apertura verso la modernità e il libero mercato. Sorge sulle sponde del fiume Moscova ed è il centro economico e finanziario della Federazione Russa. Straordinarie le sue dimensioni: più di 100 kmq di superficie e oltre 10 milioni di abitanti. Questo fa di Mosca la prima città d’Europa per popolazione, dal momento che quasi un russo su dieci vive nella capitale. Ma al di là dei numeri, Mosca è una città straordinaria, cuore pulsante della cultura russa. Grande interesse suscitano in tutto il mondo templi della danza come il teatro Bol’?oj  e il Teatro Malij. Impossibile, poi, non lasciarsi stupire dalle variopinte cupole della Cattedrale di San Basilio o dalla maestosità della Piazza Rossa e del Cremlino, vera e propria roccaforte nel bel mezzo della città. Mosca è da sempre crocevia fra Occidente e Oriente, così, passeggiando per gli ampi viali della città, è facile imbattersi in accattivanti sushi bar ed eleganti ristoranti di cucina francese, tanto quanto nelle tradizionali birrerie-ristorante che propongono le specialità tipiche della cucina russa come i borsch o gli schi (brodi di verdure) e i pelmeni (ravioli con panna). Se si capita a Mosca a gennaio, poi, la città si presenta come un fuoco d’artificio di iniziative ed eventi, tutti legati al tradizionale Festival d’Inverno, collegato con il Natale ortodosso o Rozhdestvo, che si celebra il 6 gennaio. Nonostante il clima rigido, Mosca è una città con un cuore caldo e i moscoviti, dopo un iniziale diffidenza nei confronti dei turisti, ora fanno a gara per dimostrare la loro ospitalità.

Pianifica il tuo viaggio

Documenti

Passaporto con validità residua di almeno sei mesi successivi alla data del viaggio e visto turistico. Dal momento che il tempo previsto per il rilascio del visto è di almeno una settimana (due per i gruppi) è consigliabile muoversi per tempo. Per ottenere il visto bisogna recarsi in un Consolato della Federazione Russa (in Italia presente a Roma, Milano, Genova e Palermo) e consegnare un fascicolo comprendente il passaporto, 3 fototessere in formato 3×4 cm, il modulo compilato, datato e firmato, un certificato di una compagnia di assicurazioni a copertura delle spese mediche e di rimpatrio e un certificato dell’agenzia di viaggi che indichi il nome dell’hotel prenotato. All’ingresso nel Paese può essere richiesta, inoltre, la compilazione di una Carta di Immigrazione e di un modulo, richiesto dalla dogana, da conservare fino alla partenza.

Salute e assicurazione

Per visitare la Russia è obbligatoria un’assicurazione a copertura delle spese mediche e di rimpatrio. Per i visitatori che intendono soggiornare a Mosca per più di tre mesi è obbligatorio fornire anche un certificato di sieronegatività all’HIV.

Quando andare

Il freddo e il gelo sono parte integrante del clima russo. Anche le zone più meridionali del territorio russo, dove si registrano in estate temperature superiori ai 40 gradi, a gennaio sono sottozero. I russi però considerano il freddo una sorta di sfida da combattere bevendo vodka e partecipando ai numerosi eventi, organizzati ovunque, in coincidenza del Natale ortodosso (6 gennaio). Se si vuole evitare il freddo si può optare per i mesi di luglio e agosto, che sono i più caldi ma anche i più piovosi in tutta la Russia. Le temperature ideali si raggiungono, invece, in primavera e in autunno, quando cadono le foglie e i colori delle steppe russe si colorano di arancione e marrone.