The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Commercio estero, Manconi (Ass. Nobilita): ‘No ad accordo Ue-Mercosur’

Aggiunto da MaraGuarino il 25/08/2012.
Tags della Galleria FlashNews, Motori, Sport
Tags: Aprilia, bmw, Carlos Checa, ducati, Marco Melandri, Max Biaggi, superbike, Superbike Mosca, superpole, superpole Mosca, Wsbk Mosca

Mosca – La Superbike sbarca in Russia dove, questo fine settimana, le derivate di serie si confronteranno tra loro per la prima volta nella storia del campionato Wsbk. E’ per questa ragione destinato a entrare negli annali il nome di Carlos Checa  che, in sella alla sua Ducati, ha staccato il miglior tempo del week-end conquistando la prima superpole andata di scena sull’asfalto moscovita. L’1.34.193 dello spagnolo ha impressionato, anche alla luce della costanza con cui Carlos si è ben comportato nel corso delle prove. Tutto lascia insomma presagire che Checa sarà il candidato numero uno alla vittoria delle due gare di scena domani.

Secondo tempo per Tom Sykes, che precede l’Aprilia di Eugene Laverty. Il pilota Kawasaki, straordinario poleman della stagione, si è dunque dovuto piegare all’occasione alla straordinaria superiorità del binomio Checa – Ducati.

Completa la prima fila la BMW di Leon Haslam, che fa meglio del compagno di squadra Marco Melandri, quinto. Il ravennate, rimasto a digiuno di pneumatici da tempo prima del previsto, si toglie comunque la soddisfazione di precedere il rivale di classica Max Biaggi. Il Corsaro, sempre con gomma da gara, ha staccato il settimo posto. Considerate le difficoltà di adattamento al circuito patite nel corso della giornata di venerdì, il romano sembra comunque essere in crescita. In ottica campionato, quello che conterà davvero sarà però vincere il derby tutto italiano con Melandri.

Si accontenta infine dell’ottavo tempo Davide Giugliano, tradito da una scivolata nelle fasi iniziale del turno decisivo per l’assegnazione della superpole.

01- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 - – 1’34.193
02- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.356
03- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory– + 0.369
04- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.977
05- Marco Melandri – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 1.031
06- Jonathan Rea – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 1.044
07- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 1.060
08- Davide Giugliano – Althea Racing – Ducati 1198 – senza tempo
09- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
10- Niccolò Canepa – Red Devils Roma – Ducati 1198
11- John Hopkins – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
12- Hiroshi Aoyama – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR
13- Chaz Davies – ParkinGO MTC Racing – Apirlia RSV4 Factory
14- Lorenzo Zanetti – PATA Racing Team – Ducati 1198
15- Sylvain Guintoli – PATA Racing Team – Ducati 1198
16- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
17- Michel Fabrizio – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR
18- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
19- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR
20- Alexander Lundh – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
21- David McFadden – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R