The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Fipav: Nadia Bala nominata testimonial del Sitting Volley italiano

La password verrà inviata via email.

CURITIBA – Nella fredda Arena da Baixada di Curitiba (pare che le temperature fatte registrare nell’inverno brasiliano siano addirittura al di fuori del regolamento FIVB) arriva la prima sorpresa di questa Final Six.

PIU’ E MENO – La giovane Russia (che nel corso della manifestazione ha perso anche qualche giocatore per infortunio, ultimo dei quali Vlasov) non conferma i progressi fatti vedere nella seconda parte della prima fase ed incappando in una giornata no (male soprattutto il regista Kovalev sostituito tardivamente sul 2-5 del 3° set) lascia campo libero ad un buon Canada che mette ancora in mostra il talento del neanche 19enne Vernon-Evans (top scorer nonostante qualche errore) e ritrova un Maar su buoni livelli (12 punti in 3 set dopo i soli 4 di ieri).
Con questa vittoria il team del neocoach Antiga è già in semifinale, migliorando il 5° posto del 2013 che sin qui era il miglior risultato mai fatto registrare in World League. Semifinale quasi raggiunta anche per il Brasile a cui nel match di domani contro la Russia basterà un set per passare il turno e due per vincere il girone. Per Kliuka (oggi unico in doppia cifra) e compagni servirà dunque un’improbabile vittoria in 3 set contro i padroni di casa per approdare in semifinale.

LA PARTITA 
1° set: Il primo allungo è del Canada (7-10), ma la Russia risponde e sorpassa (13-11) prima della nuova parità a quota 15. Il Canada torna a +2 (20-22), ma viene subito ripreso dal muro di Likhosherstov su Vigrass (22-22). Al primo set-point però Maar fa centro in contrattacco ed è 23-25.

2° set: Russia ancora spenta con il Canada che tocca il +4 sul contrattacco di Perrin: 8-12. Kliuka accorcia (12-14), ma l’ace di Vernon-Evans ristabilisce le distanze: 12-16. Dal 15-19 però il Canada inizia a sbagliare: out di Vernon-Evans (17-19), liscio tra Sanders e Vernon-Evans (22-23) e muro sulla pipe di Maar dopo scambio prolungato per la parità in extremis: 24-24. Vernon-Evans regala il 25-24, ma Volkov si fa murare da Vandoorn (25-25) e poi sbaglia in ricezione (25-26) e alla quinta palla set Vigrass punisce la ricezione lunga di Kliuka: 27-29.

3° set: Complici le varie imprecisioni di Kovalev la Russia comincia male anche il terzo set e va sotto 2-5 sulla palla in rete di Kliuka. Entra Antipkin in regia, ma in fase di break-point la Russia non fa nulla per rimontare e quando Kliuka sbaglia altri 2 palloni (uno out e uno murato) siamo 11-17. Buio pesto per la Russia e set che termina 17-25.