The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Beach Volley: Federica Tonon allenatrice delle Nazionali di Tuvalu

RUSSIA – Ritmo serrato nella Superlega russa che quest’oggi ha proposto il secondo turno infrasettimanale consecutivo.
Nel big-match il Lokomotiv Novosibirsk ha sconfitto 3-1 i campioni in carica del Kuzbass Kemerovo che hanno così subito il primo stop stagionale. La formazione di casa ha fatto la differenza soprattutto a muro (13 a 6 il totale, 8 quelli su Poletaev, 5 quelli messi a segno da Shcherbinin) ed ha avuto buone percentuali offensive da Bakun (56%) ed Ivovic (57%) mentre negli ospiti il migliore è stato il centrale Pashytskyy (14 su 18 in att. con 2 muri e 2 ace e soli 2 palloni negativi).
Drzyzga e compagni restano dunque imbattuti, ma in classifica restano indietro di un punto rispetto alla capolista Dinamo Mosca (indisponibili gli infortunati Vlasov ed Ostapenko) che ha sconfitto 3-0 l’ASK Nizhniy Novgorod a cui non è bastato poter far debuttare gli stranieri Petrovs e Wendt (la CEV ha dato via libera al tesseramento dei due evidentemente non rilevando nessuna connessione tra l’ASK e il Guberniya che aveva lasciato debiti pendenti).
Stranieri (Williams ed Hodges) ancora assenti invece nello Yugra Samotlor Nizhnevartovsk, sconfitto come da pronostico 3-1 sul campo dell’Ural Ufa (altri 20 punti col 65% in att. per un Biryukov in gran spolvero in quest’avvio di stagione).
Dopo lo stop contro il Fakel torna alla vittoria lo Zenit Kazan, ma compartecipe un Sokolov sottotono la formazione di coach Verbov ha lasciato per strada il 3° set contro il non irresistibile Belogorie Belgorod.
Nell’unico tie-break di giornata lo Yenisey Krasnoyarsk ha ottenuto la sua prima vittoria stagionale sul campo della Dinamo LO.
Chiude il quadro il netto 3-0 del Surgut

Risultati 4° giornata
Belogorie Belgorod – Zenit Kazan 1:3 (18:25, 20:25, 25:19, 22:25)
Top Scorer: Luburic 20, Semyshev 14, Chervyakov 8, R. Penchev 7; E. Ngapeth 19, Mikhaylov 16, Sokolov 11, Volvich 10.