The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

La sexy saltatrice senza squadra: «In Russia trattata da traditrice»

Darya Klishina ai Giochi di Rio è stata l'unica russa ammessa alle gare di atletica leggera, ai Mondiali di Londra ha vinto l'argento come atleta neutrale: «Il sogno Olimpico? Si è tramutato in un incubo»

Che sia bella non si discute, le foto parlano da sole. Che abbia talento neppure, vista la collezione di medaglie, ultima l’argento ai Mondiali di Londra. Eppure, la saltatrice russa Darya Klishina, la scorsa estate ha dovuto fare i conti con un’altra etichetta, stavolta tutt’altro che positiva, che alcuni suoi connazionali le hanno un po’ troppo frettolosamente incollato sulla schiena alla vigilia dei Giochi di Rio: quella di «traditrice». «Ero l’unica della squadra di atletica leggera ad essere stata ammessa alle competizioni e si era sparsa la voce che avrei gareggiato sotto la bandiera del Cio».