The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

ATP Cup: la Russia vince ancora e vede i quarti, poche speranze per l’Italia

DUE SINGOLARISTI DI LUSSO – Poche sorprese nel tie tra Russia e Stati Uniti, vinto dalla squadra russa per 2-1. La Russia rispetta il pronostico ed è a un passo dalla qualificazione ai quarti.

Se Medvedev supera Isner senza problemi, il secondo singolare, quello tra Khachanov e Fritz, è molto più combattuto. L’americano, giustiziere di Berrettini in Davis lo scorso novembre, brekka subito un Khachanov falloso e risulta quasi intoccabile alla prima di servizio. La non grande giornata del russo continua e subisce un break a metà secondo set che potrebbe significare sconfitta, ma Khachanov si rimette in carreggiata controbreakkando subito. Fritz perde lucidità e il servizio quando va a servire per andare al tie-break, dando set e sostanzialmente partita a Khachanov, che nel terzo set sfonda il muro dell’americano, sempre più rinunciatario in campo, e finisce 3-6 7-5 6-1 a favore del russo. Senza storia la partita tra Medvedev e Isner, con il primo che si mostra in grande forma in vista degli Australian Open. Il moscovita vince praticamente la metà dei punti in risposta contro il bombardiere americano, chiudendo la pratica Isner in un’ora di gioco per 6-3 6-1. Il doppio unica consolazione per gli americani, con la coppia Ram/Krajicek che superano Khachanov e Medvedev per 6-3 e 6-4.

Non molte le speranze di qualificazione dell’Italia, che dovrebbe vincere in ogni caso 3-0 contro gli Stati Uniti. Innanzitutto serve la sconfitta della Norvegia contro la Russia, le altre squadre che lotterebbero con noi la qualificazione ad oggi sono: Belgio, Giappone, Argentina, Francia e Canada. Il Belgio sfida la Bulgaria, serve una netta sconfitta per 3-0 per non finire sopra l’Italia. Il Giappone ha dinanzi le sfide con Spagna e Georgia, visto il margine di vittoria con l’Uruguay (3-0 nei tie e tutto in due set) basta vincere due partite in entrambi i tie per qualificarsi sopra l’Italia, che quindi deve sperare in due sconfitte con solo una partita vinta. Il Canada, a meno di sorprese dell’ultimo tie dell’Italia contro gli Stati Uniti, ci è avanti di differenza set, quindi gli basta una vittoria per 2-1 contro la Germania per giungere seconda. Francia e Argentina per finire matematicamente sopra l’Italia dovranno vincere tutti e due i tie rimanenti, non importa il risultato, a meno di vincere 3 partite e passare avanti per differenza set.