The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Uno strano lavoretto: spedire 10'000 fr. via posta in Russia

Era l'impiego part-time che una 22enne friburghese aveva accettato (senza colloquio) che l'ha però fatta finire dritta dritta in tribunale

FRIBURGO - Un lavoro part-time semplice, ben retribuito ma forse (anzi, senza il forse) un po' losco quello che una 22enne friburghese era riuscita a ottenere da una società immobiliare locale.

Doveva fare solo una cosa: prelevare 10'000 franchi in contanti e spedirli in Russia in una busta. In caso di domande da parte del personale bancario, le avevano già spiegato cosa dire. L'impiego, però, non è durato a lungo. Al secondo giorno, infatti, la polizia stava già bussando alla porta di casa sua.

Dopo il processo, con l'accusa di riciclaggio di denaro, al tribunale di Tafers (FR) è stata condannata a pagare 40 aliquote giornaliere sospese con un periodo di prova di due anni, come riportato dal Freiburger Nachtrichten. I soldi in questione, a quanto pare, provenivano da un conto corrente violato.

In tribunale la ragazza ha sostenuto di essere innocente e di non aver mai saputo nulla sulla provenienza illecita del denaro: «Anche la mia cliente è vittima di un raggiro», ha dichiarato il suo legale. 

Non la pensa allo stesso modo il giudice Peter Rentsch secondo il quale «gli indizi che si trattasse di un illecito c'erano» e che «chiunque avrebbe notato che c'era qualche cosa che non andava». 

Dalla modalità di trasferimento dell'ingente somma, a quella di selezione per il lavoro (lei non ha mai nemmeno incontrato i suoi datori): «È decisamente insolito che un'immobiliare svizzera mandi così tanti soldi in Russia», ha aggiunto Rentsch.