The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia, contro lʼastensionismo alle presidenziali campagna shock: "Se non voti, gay in casa per una settimana"

Sta creando scalpore anche oltre i confini nazionali il video che invita ad andare alle urne il 18 marzo usando cliché "razzisti e omofobi"

Contro l'astensionismo in Russia si ricorre a metodi... poco ortodossi. Fa discutere la campagna di invito al voto per le presidenziali del 18 marzo che si rivolge agli elettori attraverso un video shock, bollato come omofobo e razzista. Nel filmato si vede il protagonista che va a letto prima della mezzanotte del 18 marzo, anticipando la sua intenzione di non recarsi l'indomani alle urne, ma si ritrova in una nuova realtà: viene reclutato da militari di colore che fanno la 'Dab Dance'; il figlio è un giovane 'precursore comunista' e in cucina c'è un ospite gay che per legge dovrà tenere in casa per una settimana. Il quadro, cioè, che potrebbe presentarsi in Russia in caso di non partecipazione all'appuntamento elettorale. Così, dopo il sogno che si trasforma per il protagonista in incubo, l'attore corre al seggio.

Le polemiche: messaggio omofobo e razzistaIl filmato, realizzato da sconosciuti e pubblicato su YouTube, presenta caratteri omofobi e razzisti, subito contestati dalla comunità Lgbt e dai media occidentali. Il protagonista è un volto noto del grande e piccolo schermo russo: è Sergei Borunov, attore 41enne moscovita, che ha recitato soprattutto in commedie. L'attrice che nel video ha il ruolo della moglie del protagonista, Svetlana Galka, è intervenuta su Govorit Moskva spiegando di non essere al corrente dei committenti della campagna shock anti-astensionismo.