The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Re Salman-Putin, storica stretta di mano tra Arabia Saudita e Russia al Cremlino

Storica visita a Mosca del sovrano saudita Salman bin Abdulaziz, ricevuto al Cremlino dal presidente della Federazione Russa Vladimir Putin. Sul tavolo la condizione in Medioriente e Nord Africa. Re Salman e Putin si sono trovati dʼaccordo sulla necessità di combattere il terrorismo, come ha riferito il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov al termine dellʼincontro. Salman è il primo monarca saudita ad avere mai visitato la Russia e a lui Putin ha ribadito lʼimportanza di una risoluzione pacifica dei conflitti nella regione. In particolare, sulla questione siriana si è raggiunta lʼintesa di preservare lʼintegrità territoriale della Siria e le istituzioni statali e Riyad sta lavorando a stretto contatto con Mosca per riunire lʼopposizione siriana. Per lʼoccasione, inoltre, lʼArabia Saudita ha firmato un accordo preliminare con la Russia, aprendo la strada per lʼacquisto di sistemi missilistici per la difesa antiaerea con S-400 e la loro produzione nel regno, che è un tradizionale alleato degli Stati Uniti

Storica visita a Mosca del sovrano saudita Salman bin Abdulaziz, ricevuto al Cremlino dal presidente della Federazione Russa Vladimir Putin. Sul tavolo la condizione in Medioriente e Nord Africa. Re Salman e Putin si sono trovati d'accordo sulla necessità di combattere il terrorismo, come ha riferito il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov al termine dell'convegno. Salman è il primo monarca saudita ad avere mai visitato la Russia e a lui Putin ha ribadito l'importanza di una risoluzione pacifica dei conflitti nella regione. In particolare, sulla questione siriana si è raggiunta l'intesa di preservare l'integrità territoriale della Siria e le istituzioni statali e Riyad sta lavorando a stretto contatto con Mosca per riunire l'opposizione siriana. Per l'occasione, inoltre, l'Arabia Saudita ha firmato un accordo preliminare con la Russia, aprendo la strada per l'acquisto di sistemi missilistici per la difesa antiaerea con S-400 e la loro produzione nel regno, che è un tradizionale alleato degli Stati Uniti