The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Italbasket, Sacchetti: “Russia avversario di livello, siamo pronti”

Il coach azzurro: “I ragazzi hanno voglia di misurarsi con il basket internazionale”

Dopo il rinvio della gara contro la Macedonia del Nord, la FIBA ha confermato che il match contro i macedoni verrà recuperato nella terza finestra di qualificazione a EuroBasket 2022 in programma "in bolla" a febbraio 2021 (sede ancora da ufficializzare). Rinviata a febbraio anche la seconda gara che la formazione balcanica avrebbe dovuto giocare contro l'Estonia. Non più due ma tre le partite dunque che l'Italbasket dovrà affrontare nell'ultima tornata di qualificazione agli Europei: Italia-Macedonia del Nord, Italia-Estonia e Macedonia del Nord-Italia. Gli Azzurri giocheranno invece regolarmente contro la Russia lunedì. La gara si disputerà a porte chiuse.

Così coach Sacchetti: "Eravamo pronti a scaricare l'adrenalina nella partita di ieri. Non ci siamo riusciti e per questo abbiamo deciso di rimanere in campo per un allenamento che alla fine si è rivelato molto intenso. I ragazzi hanno voglia di misurarsi con il basket internazionale e domani ne avranno l'occasione. Senza voler sottovalutare la Macedonia del Nord, non sbaglio dicendo che la Russia è squadra di un livello superiore. La gara contro l'Estonia lo dimostra e noi dovremo essere bravi a fare la nostra gara. Ciò che mi piace di questo gruppo giovane è l'atteggiamento e la voglia di non fare calcoli. Non resta che contare le ore che ci separano dalla palla a due".

"Non vediamo l'ora di giocare - ha detto Giampaolo Ricci - anche perché eravamo sicuri di poterlo fare ieri fino a un'ora dall'inizio. Abbiamo incassato il contraccolpo emotivo e cominciato subito a pensare alla Russia. Una squadra sicuramente forte e che vorrà vincere ancora per raggiungere l'Europeo. Essere qui con tanti dei ragazzi che in campionato si stanno facendo valere è una fortuna. Ogni storia è diversa e ognuno arriva qui con ambizioni differenti ma tutti abbiamo lo stesso obiettivo: cercare di stare bene insieme e dimostrare sul campo che questo gruppo ha qualità".

Esordio assoluto in Azzurro rinviato da ieri a domani per Davide Alviti, Tommaso Baldasso, Davide Moretti, Alessandro Pajola e Andrea Pecchia. Nella gestione Sacchetti (33 partite con quella di lunedì), hanno fatto il loro debutto in Nazionale, compresi i 5 sopracitati, ben 17 giocatori: Akele, Bortolani, Brooks, Candi, Gaspardo, Iannuzzi, Mannion, Ricci, Ruzzier, Spagnolo, Spissu e Tambone.

Testa dunque alla sfida contro la Russia, battuta all'andata a Napoli 83-64 ma che ha schiacciato l'Estonia con un netto 84-56. Rispetto al febbraio scorso, coach Sergey Bazarevich può contare sulla grande esperienza di Andrey Vorontsevich, bandiera del CSKA (10 scudetti russi e 3 successi in Eurolega, tra gli altri trofei) e della Nazionale (Bronzo all'Europeo del 2011). L'ala classe 1987 è free agent ma evidentemente in ottima forma avendo contribuito alla vittoria di ieri con 15 punti (4/6 da tre). "Voglio essere il leader di questa squadra - ha detto - e aiutare i compagni in tutti i modi possibili".

Così invece coach Bazarevich: "L'Italia ha un buon roster e soprattutto potrà giocare libera dall'assillo del risultato a tutti i costi. Avremmo voluto vederli in campo contro la Macedonia per studiarli meglio ma così non è stato e quindi dovremo fare la nostra partita". Con la vittoria di ieri sera, la Russia scavalca la nostra Nazionale nella classifica del gruppo B con un match in più degli Azzurri. Pur se già qualificata in qualità di Paese ospitante, l'Italia dovrà difendere il +19 dell'andata per continuare a sperare nel primo posto in caso di sconfitta contro i russi.