The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia, ingegnere aerospaziale avvelena 28 colleghi a causa di un tamponamento

L'uomo, che è stato arrestato, ha messo una sostanza altamente tossica nel distributore dell'acqua

La polizia russa ha arrestato il 37enne Vladislav Sciulgà, impiegato come ingegnere nell’azienda aerospaziale Beriev nella città di Taganrog. È imputato di aver avvelenato con il tallio 28 suoi colleghi di lavoro lo scorso dicembre. Sono tutti sono sopravvissuti, ma molti hanno subito gravi danni e qualcuno è rimasto sulla sedia a rotelle.

Il motivo del gesto è banale: il sospettato voleva avvelenare il legale dell’azienda ma, per essere certo di riuscire nell'intento, ha messo la sostanza altamente tossica in uno dei distributori di acqua bevibile all'intimo dello stabilimento, utilizzato però oltre che dal legale anche da altri suoi colleghi.

Alla base dell’atto criminale c'è un rancore personale da parte dell’ingegnere nei confronti del legale aziendale, Saghil Mahmudov: lo scorso ottobre l’ingegnere aveva tamponato l’auto dell’avvocato ed era fuggito dal luogo dell’incidente. L'avvocato, avendolo riconosciuto, lo aveva denunciato alla polizia che alla fine gli ha tolto la patente. Da qui la rabbia e il desiderio di vendetta.