The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Nuove accuse britanniche alla Russia: cerca di carpire vaccini contro Covid. Mosca smentisce

Secondo gli 007 britannici ci sarebbero "hacker al soldo del Cremlino dietro spionaggio sul coronavirus". Mosca smentisce: "Non abbiamo nulla a che fare con questi tentativi"

L'agenzia britannica per la cyber-sicurezza lancia nuove accuse su un gruppo hacker russo, ritenuto "quasi certamente" parte dell'intelligence di Mosca, che avrebbe tentato di rubare ricerche su potenziali vaccini per il coronavirus.    

Il National Cyber Security Centre ha sostenuto che i tentativi del gruppo APT29 sono in corso e gli hacker hanno già preso di mira organizzazioni governative, diplomatiche, think-tank che sono al lavoro sul tema in Regno Unito, Usa e Canada. Accuse mosse anche in riferimento alle elezioni britanniche del 2019.
 
Ma il Cremlino respinge le accuse britanniche: "Non abbiamo informazioni su chi possa aver commesso un attacco hacker contro le compagnie farmaceutiche e i centri di ricerca britannici ma possiamo dire una cosa: la Russia non ha nulla a che fare con questi tentativi", ha dichiarato il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, smentendo anche le accuse di interferenze russe nelle elezioni parlamentari britanniche del dicembre 2019. "Noi non tolleriamo tali accuse così come non tolleriamo le altre accuse infondate sulle nostre interferenze nelle elezioni del 2019", ha dichiarato Peskov, ripreso dall'agenzia di stampa statale russa Tass.