The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia, il primo gatto lavoratore cambia occupazione

In Russia, il primo gatto lavoratore, ufficialmente assunto, di nome Barsik, ha cambiato l’occupazione. In precedenza lavorava per una ditta edile che costruiva palazzi residenziali. Secondo la tradizione russa, il primo a entrare in un nuovo appartamento deve essere un gatto, che trasmette all’abitazione il senso di tranquillità e famiglia. Veniva pagato bene. Si è seccato però del ruolo d’inauguratore ufficiale degli alloggi.

Ora lavora in un negozio di peluche, vendendo i pupazzi, sfruttando la propria immagine. Vende però anche i suoi servizi personali. Il proprietario del negozio dice che Barsik ha il suo tariffario: “Per 2 euro si può dargli da mangiare, per 3 euro si può accarezzare, prenderlo in braccio costa 5 euro, una foto costa 6 euro e, infine, fargli fare i gattini costa 150 euro”.

Barsik lavora 7 giorni su 7, ma ha l’orario personalizzato: si affaccia al negozio, da un’occhiata, poi se ne va.