The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Blitz “Stella cadente”, giudizio a maggio e riti alternativi per presunti…

ROMA (ITALPRESS) – “La riunione del formato 2+2 rappresenta un traguardo particolarmente importante, è stata l’occasione per ribadire l’intensità e l’ampiezza dei nostri tradizionali legami bilaterali. L’Italia è consapevole delle differenze e dei confronti, talvolta duri, tra occidente e Russia, ma siamo convinti che debba essere il dialogo la via per tornare a rapporti più costruttivi”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, al termine della riunione dei ministri degli Esteri e della Difesa della Repubblica Italiana e della Federazione Russa, formato 2+2. Presenti i ministri della Difesa, Lorenzo Guerini, degli Esteri e della Difesa della Federazione Russa, Sergey Lavrov e Sergey Shoygu. Per Di Maio “non si possono affrontare crisi e sfide globali senza il coinvolgimento della Russia riteniamo sia essenziale avere un dialogo trasparente, non possiamo dimenticare che con la Russia condividiamo importanti interessi comuni”.
Il ministro degli Esteri ha ricordato tutti gli appuntamenti con i rappresentanti della Federazione Russa: “Possiamo dire che nell’arco di 370 giorni le relazioni Italia-Russia saranno già intense. Il nostro obiettivo è di dare un contributo affinchè tutta la comunità internazionale possa giovarne”. Il suo omologo di Mosca ha ribadito “la necessità di continuare l’interazione tra Italia e Russia, vogliamo fare insieme delle mosse coordinate, step by step, un’attenzione particolare è stata rivolta alla questione della sicurezza nell’area euroatlantica dove la condizione in questo momento rimane non soddisfacente”, ha aggiunto Lavrov. Al centro dei colloqui la questione libica: “Mosca è un interlocutore importante nella soluzione della crisi libica, per favorire un atteggiamento costruttivo e moderato delle parti sarà fondamentale la sua presenza”, ha spiegato Di Maio, e Lavrov ha sottolineato: “Abbiamo in modo congiunto espresso il sostengo a tutti gli sforzi fatti dall’Onu sulla questione libica, abbiamo concordato la necessita di continuare, in modo intenso, il nostro dialogo bilaterale”.
(ITALPRESS).