The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

F.1, GP Russia - Pole per Hamilton, incidente per Vettel - Quattroruote.it

Lewis Hamilton ha conquistato la pole position del Gran Premio di Russia, decima prova del Mondiale di Formula 1 2020. L'inglese della Mercedes segna così la pole numero 96 della sua carriera, dopo una qualifica in cui ha rischiato di restare fuori in Q2 per una serie di coincidenze. Il numero 44 è stato sotto inchiesta per un taglio di curva, ma dopo essere stato a colloquio con i commissari, questi hanno deciso di non penalizza l'inglese perché non aveva ottenuto nessun vantaggio da quell'azione.

Le parole del poleman. Una volta sceso dalla sua monoposto, Hamilton ha salutato i tifosi sulle tribune e ha poi commentato: "Mi sono mancati i tifosi. Spero tutti stiano indossando la mascherina e siano al sicuro. Sono orgoglioso del sostegno che sto ricevendo. Questa è forse una delle peggiori qualifiche in carriera: in Q2 mi è stato tolto il tempo e avrei voluto stare fuori per fare un altro tentativo, ma poi è stata esposta la bandiera rossa. Alla fine, è bello essere comunque in pole, anche se questo è il circuito peggiore per partire dinanzi e per di più avrò le gomme sbagliate. Vincere la gara sarà difficile, cercherò di resistere, l'importante sarà partire bene".

Tutti in scia. Come ha ribadito lo stesso Hamilton, partire in pole a Sochi può essere uno svantaggio. La strada per giungere alla staccata della prima curva è molto lunga e se gli avversari alle spalle riuscissero a prendere la scia giusta, sarebbe complesso restare al comando. Gran parte delle speranze di vincere la gara, dunque, passano da una buona partenza e Max Verstappen proverà di tutto domani per mettere le mani su quella prima posizione. Lo stesso Bottas sembra non aver spinto a sufficienza per evitare di fare la pole, ma certamente non si aspettava di essere terzo.  Ricciardo ha conquistato la terza fila e a lato alla sua Renault, domani, troveremo anche la McLaren di Carlos Sainz.

Piove sul bagnato per la Rossa. Ancora una volta, la Ferrari merita un approfondimento a parte. Oggi la SF1000 aveva il potenziale per poter stare nei primi dieci, ma tutto quello che poteva andare storto, lo ha fatto. In primis, l'incidente di Sebastian Vettel in Q2, alla curva 4. Il tedesco ha perso la vettura dopo aver colpito il cordolo intimo con un po’ più di veemenza ed è andato a sbattere. Solo per un colpo di fortuna Leclerc è riuscito a evitare il compagno di squadra, rimasto fermo lungo la pista. Il monegasco era furioso, alla fine della Q2, perché dopo la bandiera rossa non è riuscito a evitare il traffico in quello che sarebbe stato il suo ultimo giro veloce, compromettendo qualsiasi possibilità di passare alla fase finale. Un vero peccato, considerando i piccoli ma significativi miglioramenti visti durante le prove libere.