The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

F1 | Gran Premio di Russia 2019: anteprima, statistiche, record ed orari di Sochi | P300.it | F1, Formula E, Indycar, WEC, WRC, MotoGP, Nascar

Il Circus ritrova la Russia dopo l'inammissibile ed inaspettata doppietta Ferrari di Singapore. Dopo aver conquistato Spa e Monza, circuiti definiti favorevoli alla Rossa, la vittoria sul cittadino di Marina Bay ha stupito tutto il paddock, Mercedes soprattutto. Dopo la pole conquistata di forza al sabato da Charles Leclerc dinanzi a Lewis Hamilton, alla domenica il protagonista è stato Sebastian Vettel. 

Il tedesco non vinceva da oltre un anno e la commozione sul podio per il ritorno al successo si spera possa essere una di liberazione dopo un lungo periodo di crisi. Scaltro a sfruttare i momenti dei pitstop per scavalcare sia Hamilton che il compagno di squadra, il tedesco ha poi gestito bene i sorpassi sui piloti che non si erano ancora fermati così come le ripartenze dalle tre Safety Car che si sono susseguite durante la corsa. 

Weekend difficile per i campioni in carica della Mercedes, che hanno chiuso fuori dal podio. Max Verstappen, infatti, con una gara poco appariscente ma concreta, ha chiuso terzo alle spalle delle Ferrari con la sua Red Bull. Lewis Hamilton si dice quasi preoccupato dopo tre vittorie di fila della Rossa, ma il gran vantaggio in classifica a sei gare dal termine può essere gestito a sufficienza tranquillamente, sia per quanto riguarda il titolo piloti che quello costruttori.

Il Sochi Autodrom è un impianto realizzato nella zona del villaggio olimpico invernale del 2014. Si tratta di una pista caratterizzata da un lunghissimo rettilineo iniziale, diverse curve ad angolo retto ed una lunga piega a sinistra, la curva tre, che mette in crisi le monoposto ed il collo dei piloti. Non si tratta, in generale, di un tracciato spettacolare, ma di uno dei tanti impianti realizzati con la collaborazione di Hermann Tilke.

Il Gran Premio viene spostato per la seconda volta all'intimo del calendario iridato: la prima edizione si è infatti corsa il 12 ottobre 2014, e fu sicuramente un esordio aspro dato che soli sette giorni prima si era verificato il tragico incidente di Jules Bianchi a Suzuka. Confermata la presenza ad ottobre nel 2015, nelle successive due stagioni il GP è stato anticipato in primavera, rispettivamente ad aprile 2016 e maggio 2017. Dall'anno scorso si è tornati alla collocazione originaria.

La curiosità per il Gran Premio di Russia è tutta per la Ferrari. Dopo aver vinto a Singapore, infatti, sono tutti in attesa di capire se anche a Sochi, patria Mercedes sin dal suo ingresso in calendario, la Rossa saprà farsi valere come negli appuntamenti precedenti. Dovesse succedere avremmo la conferma della bontà dei nuovi aggiornamenti che tanto hanno fatto bene a Singapore.

Per questo appuntamento Pirelli porterà in pista le mescole C2, C3 e C4 rispettivamente per dure, medie e soft.