The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

La Russia di Putin sembra sempre più l’Urss di Breznev

Oltre all'opacità delle informazioni sul l’incidente di Nyonoksa, Mosca soffre di un gap tecnologico enorme in tutti i comparti, difesa inclusa. Esattamente come la vecchia e burocratica Unione sovietica.

L’incidente nucleare di Nyonoksa ci dice molto sulle debolezze della Russia di Vladimir Putin e non solo sotto il profilo democratico e della inesistente trasparenza delle informazioni da parte di un Cremlino che sotto questo profilo mostra di non essere diverso da quello di Leonid Breznev.

A quanto è dato di capire non siamo di fronte a una nuova Chernobyl, ma comunque a un accadimento grave, come dimostra la caratura delle vittime che non sarebbero militari, ma cinque scienziati, più due che misteriosamente non vengono definiti.

Un mistero intrigante. Secondo le stime americane la deflagrazione nucleare è avvenuta nel corso della sperimentazione di un missile, con un sistema di propulsione atomico che la Russia chiama 9M730 Burevestnick, e la Nato SSC-X-9 Skyfall. Il Burevestnick/Skyfall permette una velocità dei missili ben cinque volte superiore a quella dei sistemi a combustibile tradizionale, ma è estremamente instabile.

MOSCA SOFFRE DI UN ENORME GAP TECNOLOGICO IN TUTTI I COMPARTI

Dando per scontata la scandalosa opacità delle informazioni su un incidente così grave che ha obbligato addirittura al blocco della navigazione sul Mar Bianco, l’incidente di Nyonoksa non può non sottolineare un dato di fatto spesso sottovalutato dai media occidentali. La Russia di Putin soffre di un gap tecnologico enorme in tutti i comparti, difesa inclusa, escluso solo quello estrattivo ed energetico. Esattamente come la vecchia e burocratica Urss.

Solo questo gap spiega infatti l’ultima, clamorosa serie di incidenti gravi nelle forze armate russe: l’incidente al sottomarino As-12 costato la vita a 14 marinai, la gigantesca esplosione nel deposito munizioni della base di Achinsk, nella regione siberiana di Krasnoyarsk il cui smantellamento è previsto entro il 2022 e appunto l’incendio nella base navale della Flotta del Nord di Nyonoksa, nella regione di Arcangelo. Gap tecnologico che non riguarda tanto e solo la Difesa, ma il fatto che l’industria militare è costretta a crescere su sé stessa, non si può interfacciare con un apparato industriale civile ad alto contenuto di innovazione tecnologica per la semplice e pesante ragione che in Russia ancora oggi questo forte apparato industriale privato non esiste.