The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Perché la Russia sta facendo incetta di oro

Gli ultimi acquisti di Mosca hanno portato le riserve sopra le 2 mila tonnellate: superato il record dei tempi dell'Urss. Putin cerca la "sdollarizzazione" della sua economia e di isolarsi dalle fluttuazioni delle valute.

Se è vero com'è vero che gli equilibri geopolitici globali sono in profonda ridefinizione, la Russia ha deciso di tornare al passato per mettersi al sicuro da nuove possibili tempeste puntando sul buon vecchio oro. La banca centrale russa, d'accordo con il Cremlino, ha infatti da tempo dato il via a un massiccio programma di acquisto e solo nell'ultimo trimestre - dati disponibili allo scorso settembre - ne ha ammassato nei suoi forzieri ben 92 tonnellate, superando così il record di 2 mila tonnellate registrato nel 1941 in piena era staliniana. La mossa, ancor più che da ragioni economiche, dato che nell'arco del 2018 il prezzo dell'oro è tendenzialmente sceso, è dettata da motivazioni politiche - in primis dalla strategia di sanzioni unilaterali decisa dagli Usa.