The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Avvistato in Russia un branco di cani con la pelliccia blu: “probabile contaminazione da rifiuti chimici”

A volte la realtà di certi episodi che accadono supera qualsiasi fantasia, facendoci riflettere, anche in modo piuttosto aspro, sui danni che l’uomo e le sue attività riescono a provocare sulla natura.

Non possiamo che riassumere così quanto accaduto nei pressi della città russa di Dzerzhinsk, un centro che si trova circa 400 km a est della capitale Mosca.

Diverse persone del posto si sarebbero imbattute in gruppi di cani randagi con una particolarità che è subito balzata ai loro occhi. La pelliccia degli animali era di colore blu acceso, motivo per cui non hanno potuto fare a meno di condividere alcune foto scattate ai cani e avvertire le autorità locali.

La vicenda, in breve tempo, ha fatto il giro del mondo, e non è difficile comprenderne il motivo. Anche se sembrano usciti dalla scena di un film fantascientifico, questi cani randagi blu sembrerebbero essere del tutto reali.

Da quando le loro foto hanno iniziato a circolare, c’è stato chi ne ha messo in dubbio la veridicità, ma le verifiche degli esperti avrebbero confermato il singolare avvistamento. Gli animali sono stati fotografati nei pressi di una vecchia fabbrica abbandonata, le cui origini risalgono all’era URSS e il cui funzionamento è andato avanti fino al 2015.

Presso la Dzerzhinskoye Orgsteklo, oltre a numerosi prodotti chimici, si produceva anche plexiglass. Non è ancora ben chiaro come i cani abbiano potuto assumere quella colorazione così accesa, ma una cosa sembrerebbe assodata: i poveri animali sono venuti a contatto con qualche residuo proveniente dallo stabilimento chimico in disuso.