The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Mukden, marzo 1905: l’astro nascente del Giappone umilia la Russia zarista

I giapponesi sconfiggono i russi e si propongono come potenza mondiale

Tra la fine dell’ ‘800 e gli inizi del ‘900 le grandi potenze europee si erano accaparrate vasti territori in Africa ed Asia, originando tensioni che spesso sfociarono in conflitti armati. Viene subito da pensare alle rivalità tra Gran Bretagna e Francia, che si contendevano il dominio di quelle terre, fino a quando la crescente potenza tedesca porto le due grandi nazioni storicamente rivali ad appianare i loro dissidi coloniali per far fronte al pericolo comune. Ma nell’accaparramento di territori extra nazionali anche la Russia non fu da meno, mirando la politica zarista ad espandere la propria influenza soprattutto nell’area balcanica. Una serie di sconfitte militari e diplomatiche portarono però ad un netto ridimensionamento delle mire russe in quell’area, motivo per cui la Russia cercò di soddisfare la propria vena imperialista volgendo l’attenzione ad oriente, spesso a discapito della Cina. Ma con l’affacciarsi alle coste del Pacifico, i russi andarono ad urtare contro un paese che stava uscendo dal proprio medioevo per porsi come potenza moderna sullo scenario mondiale, ovvero il Giappone; da poco i giapponesi si erano lasciati alle spalle la propria organizzazione statale ancora di tipo feudale, ma già avevano fatto presente alle grandi potenze che il nuovo Giappone non si sarebbe accontentato di un ruolo marginale nello scacchiere asiatico, e i primi ad accorgersene furono i russi.