The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia, il premier Mishustin e il ministro delle Costruzioni positivi al coronavirus

Il primo ministro russo Mikhail Mishustin, il ministro delle Costruzioni Vladimir Yakushev e il suo vice, Dmitry Volkpv, sono risultati positivi al coronavirus. Mishustin ha comunicato al presidente Vladimir Putin che si auto isolerà e che il vice primo ministro Andrei Belousov svolgerà temporaneamente i suoi compiti mentre Nikita Stasishin, vice ministro, è stato nominato ministro delle Costruzioni ad interim. Un duro colpo per il governo di Mosca. Mishustin, 54 anni, è stato nominato primo ministro a gennaio ed era stato uno dei principali coordinatori della risposta della Russia al nuovo coronavirus.

Intanto, secondo il sindaco di Mosca Sergei Sobyanin, la capitale è ancora lontana dal picco delle infezioni, pur contando la metà dei casi segnalati in Russia. «Non siamo nemmeno a metà strada, secondo me; nella migliore delle ipotesi siamo a un quarto del tragitto», ha detto. Mosca ha rapidamente costruito un ospedale per gestire i casi di coronavirus e Sobyanin ha spiegato che la necessità di ulteriori centri potrebbe essere soddisfatta creando strutture nei centri commerciali, nelle sedi sportive o nell'esteso complesso espositivo Vdnkh dell'era di Stalin.

Ieri la Russia ha registrato un aumento giornaliero record del numero di contagi: 7.933 casi, per un totale di 114.431 persone infette. I morti nelle ultime 24 ore sono stati 96. Questo ha portato il numero complessivo ufficiale di decessi a 1.169. L'epidemia russa ha avuto un inizio più lento di molti altri Paesi ma il mese scorso i casi hanno cominciato a crescere bruscamente, e giovedì hanno superato la soglia dei 100.000 casi. Anche se la Russia sta salendo sulla classifica delle nazioni con il più alto numero di casi confermati, finora ha registrato un numero di morti molto inferiore a quello di molti dei Paesi più colpiti. Putin ha avvertito che il picco dell'epidemia deve ancora giungere, e le autorità hanno detto che ci potrebbe essere una nuova ondata se la popolazione non rispettasse le misure di blocco durante le lunghe festività di inizio maggio. La Russia è il più grande Paese del mondo per territorio, ed è in isolamento da fine marzo, quando Putin ha annunciato la chiusura della maggior parte degli spazi pubblici per limitare le possibilità di diffusione del virus.