The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia, raid negli uffici dell’oppositore anti-Putin Navalny: nove arresti

Alla vigilia delle elezioni locali dell’8 settembre, giovedì sera la polizia russa ha fatto irruzione negli uffici dell’oppositore di Putin, Alexei Navalny. La Guardia Nazionale ha effettuato raid in tre uffici, tra cui quello televisivo “Navalny Live” proprio un’ora prima dell’intervento del dissidente che avrebbe spiegato la sua strategia del “voto intelligente”: una tattica che invitava i suoi sostenitori a scegliere i candidati posizionati meglio così da poter battere quelli che sono diretta espressione del Cremlino. Secondo l’ong Ovd-Info, gli agenti durante le irruzioni hanno arrestato e portato in una stazione di polizia nove collaboratori di Navalny prima di rilasciarli senza accuse. 

I collaboratori del dissidente che da almeno dieci anni guida la protesta contro il governo di Vladimir Putin subito dopo hanno documentato le conseguenze delle irruzioni negli uffici sul proprio canale youtube: nel video si vedono computer, server e casseforti danneggiati e scaffali svuotati. «Non si tratta raid ma di furti con scasso», ha imputato su Twitter Liubov Sobol, tra le candidate più vicine al dissidente e leader delle ultime proteste anti-Putin. «Tutto è stato portato via, messo a soqquadro e rivoltato – ha concluso Sobol – ma non è ancora possibile fare una stima dei danni».