The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Voli di osservazione di USA, Estonia e Lituania sui cieli di Russ...

Voli di osservazione di USA, Estonia e Lituania sui cieli di Russia e Bielorussia

Una missione congiunta di Stati Uniti, Estonia e Lituania effettuerà un volo di osservazione sul territorio dello Stato dell'Unione di Russia e Bielorussia tra il 17 e il 21 febbraio, mentre gli specialisti russi ricambieranno sorvolando la Grecia, riferisce il quotidiano russo Krasnaya Zvezda, citando il capo del Centro nazionale russo per la riduzione del azzardo nucleare Sergei Ryzhkov.

"Attuando il Trattato internazionale sui cieli aperti, il gruppo ispettore russo ha in programma di effettuare un volo di osservazione a bordo di un jet di osservazione russo An-30B sulla Grecia. Il volo di osservazione sulla Grecia verrà effettuato tra il 17 e il 21 febbraio dal campo di volo di Open Skies Nea Anchialos", ha sottolineato Ryzhkov. "Nelle stesse date, una missione congiunta di Stati Uniti, Estonia e Lituania decollerà dal campo di aviazione di Kubinka per effettuare un volo di osservazione sugli Stati membri [del trattato] - Russia e Bielorussia - a bordo di un aereo di osservazione Saab 340 svedese”. 

Sviluppato con la partecipazione attiva di Mosca, il Trattato sui cieli aperti è stato firmato nel 1992 ed è entrato in vigore nel 2002. Attualmente conta 34 Stati membri. Il trattato stabilisce un programma di voli di sorveglianza aerea disarmati sull'intatto territorio dei suoi partecipanti. I voli di osservazione vengono effettuati sui territori degli Stati Uniti, del Canada, dei paesi europei e della Russia. Ora, il trattato ha più di 30 stati firmatari. La Russia ha ratificato il Trattato sui cieli aperti il ??26 maggio 2001.

Gli obiettivi principali del regime dei cieli aperti sono lo sviluppo della trasparenza, l'assistenza nel monitoraggio del rispetto degli accordi di controllo degli armamenti esistenti o futuri, l'ampliamento delle possibilità di prevenzione delle crisi e la gestione delle situazioni di crisi nell'ambito dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa e altri organizzazioni internazionali pertinenti. Successivamente, si prevede di applicare il regime dei cieli aperti a nuovi campi, come la protezione ambientale.

In termini pratici, il trattato consente agli Stati firmatari di effettuare voli di osservazione su qualsiasi parte del territorio dello Stato membro osservato per monitorare le attività militari in conformità con le quote concordate di tali missioni. Il trattato regola le procedure dei voli di osservazione, istituisce un meccanismo di controllo sulla sua obbedienza e stabilisce requisiti per gli aeromobili e le attrezzature di osservazione.