The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

NATO e Gran Bretagna sovrastate dall'artiglieria della Russia in ...

NATO e Gran Bretagna sovrastate dall'artiglieria della Russia in un futuro conflitto militare

Le forze di terra britanniche e della NATO sarebbero ampiamente superate in un'eventuale guerra con la Russia nell'Europa orientale, secondo un think tank britannico


Uno studio del Royal United Services Institute (RUSI) del Regno Unito ha rilevato che l'esercito britannico, così come gli alleati della NATO, presentano notevoli carenze di artiglieria e munizioni che li rendono molto vulnerabili esponendo la loro incapacità di mantenere la loro posizione di "difesa" che vantano così tanto.


 
Lo studio RUSI evidenzia che le forze armate del Regno Unito mancano di potenza di fuoco rispetto all'esercito russo. A questo proposito, sono state analizzate le capacità militari di entrambe le parti nell'improbabile contesto del summenzionato conflitto tra NATO e Russia, in cui Londra ha promesso ai suoi partner di inviare una divisione di guerra.
 
"Allo stato attuale, esiste il azzardo che il Regno Unito, incapace di combattere in modo credibile, possa essere dominato e ampiamente superato" da altre forze lasciando l'artiglieria nemica in grado di sconfiggere le unità britanniche, secondo il rapporto del Istituto di ricerca
 
In questo contesto, si aggiunge, che "l'artiglieria russa e le batterie missilistiche si sono già dimostrate potenti, distruggendo due battaglioni ucraini nel 2014 nel giro di pochi minuti".
 
In linea con questa inferiorità, il Think Tank sottolinea che sia il Regno Unito che le altre forze NATO non hanno solo un numero limitato di pezzi di artiglieria, ma anche una penuria di munizioni e scorte di trasporto.
 
Questa rivelazione del suddetto centro di ricerca ha confermato ciò che ai suoi tempi era stato messo in evidenza dall'organismo di controllo delle spese del Parlamento britannico che il Ministero della Difesa aveva un buco nero di finanziamento di almeno 7 miliardi di sterline nel suo Piano decennale per equipaggiare le forze armate del Regno Unito.
 
La suddetta penuria è già così pronunciata che alcuni media britannici l'hanno accentuata ancora di più sottolineando che la potenza militare del Regno Unito è molto inferiore a quella dell'Iran  quando si tratta di personale, terra e forze navali. Ciò accade mentre Teheran è soggetto a severe e illegali sanzioni occidentali, guidate dagli Stati Uniti seguiti dai suoi alleati europei, ovvero: Londra, Parigi e Berlino.
 
Una condizione simile condivisa con la Russia, dal momento che questo paese eurasiatico soffre di misure punitive dal 2014, quando l'Occidente le ha imposto per il suo coinvolgimento nella crisi ucraina, sebbene Mosca respinga tale accusa.
 
Mentre i governi occidentali, con la loro alleanza atlantica, si affrettano ad accumulare le loro forze militari nei paesi europei al confine con quelli russi con il pretesto di un'aggressione di Mosca, il Cremlino non sta solo avvertendo che tale dispiegamento costituisce una minaccia alla sua integrità territoriale, ma suggerisce anche che questa misura è totalmente controproducente per tutte le parti interessate.