The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

La Russia potrebbe lanciare nello spazio il primo razzo alimentat...

La Russia potrebbe lanciare nello spazio il primo razzo alimentato a metano nel 2025


Il primo razzo vettore russo con l'uso di metano come combustibile potrebbe essere lanciato nello spazio nel 2025. Il direttore esecutivo dell'agenzia spaziale russa Roscosmos, Alexandr Bloshenko, ha stimato che alla fine potesse essere creata una "variante di volo" dal 2024 e un anno dopo potrebbe essere lanciato.


 
Il "tandem" volante
 
Bloshenko ha spiegato che il nuovo razzo non avrà blocchi laterali, ma una "configurazione tandem" , in cui un blocco di accelerazione è posizionato nel primo stadio e un altro nel secondo, come nel razzo Zenit esistente. I progettisti intendono utilizzare due motori RD-0169, ma con ugelli diversi e l'Ufficio di progettazione automatica chimica (KBJA per il suo acronimo in russo) dovrebbe "affrettare il lavoro" con questi motori.
La carenatura della testa del razzo sarà aumentata a 5 metri di diametro, ha spiegato manager. Il peso al decollo del razzo a metano sarà inferiore a quello dell'attuale vettore principale, Soyuz-2.1b, mentre la capacità di carico continuerà a crescere fino a 10 tonnellate per un'orbita bassa.
 
Previsione delle spese
 
Il nuovo vettore sarà sviluppato tenendo conto di un limite alla spesa per lancio che "deve essere competitivo", ha affermato Bloshenko.
 
Durante una presentazione lo scorso settembre, il direttore generale di Roscosmos, Dmitri Rogozin , ha stimato  i costi di costruzione del nuovo razzo vettore con motori a metano a 900 milioni di rubli (circa 14 milioni di dollari). In confronto, il capo di Roscosmos ha citato il rispettivo costo del corriere Soyuz-2.1b, che è vicino a 1.300 milioni di rubli (poco più di 20 milioni di dollari).