The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

La Russia espande la sua cooperazione tecnica e militare col Vene...

La Russia espande la sua cooperazione tecnica e militare col Venezuela

La Russia ha annunciato tramite il suo ministro degli Esteri Sergei Lavrov che rafforzerà la sua cooperazione economica e tecnico-militare con il governo del Venezuela.

"È importante sviluppare la nostra capacità di cooperazione tecnica militare per aumentare la capacità di difesa dei nostri amici contro le minacce dall'esterno", ha affermato Lavrov.

Dopo essere stato ricevuto dal presidente Maduro a Caracas, Lavrov ha annunciato che entrambi i paesi hanno concordato di sviluppare nuovi investimenti e approfondire la cooperazione economica.

Il ministro russo ha affermato che questi accordi saranno rafforzati "nonostante le sanzioni illegittime" imposte al Venezuela, la maggior parte delle quali dagli Stati Uniti.

Lavrov ha spiegato che i settori più avvantaggiati con l'espansione degli investimenti concordati tra Russia e Venezuela saranno energia, risorse naturali, industria e agricoltura.

Lavrov ha anche annunciato che Maduro è stato invitato a recarsi a Mosca il 9 maggio, quando la Russia celebrerà "in grande stile" i 75 anni dalla vittoria nella Seconda Guerra Mondiale.

Il ministro russo è arrivato oggi a Caracas nell'ambito di un tour che lo ha portato anche a Cuba e in Messico. La Russia è il più grande alleato politico e commerciale del Venezuela, con oltre 300 accordi di cooperazione negli ultimi 18 anni.

Nella sua prima attività, il funzionario russo ha partecipato a una riunione del cosiddetto tavolo di dialogo, in cui membri del governo e leader dell'opposizione discutono questioni istituzionali, politiche, economiche ed elettorali.

Lavrov in questa occasione ha rispinto i tentativi "inammissibili" di "lanciare una campagna su larga scala con l'obiettivo dichiarato di rovesciare il governo legittimo" del Venezuela.

Allo stesso modo, il ministro russo ha ribadito il sostegno del governo di Vladimir Putin all'attuazione di misure "politiche e diplomatiche" per superare la crisi.

“Sfortunatamente, la crisi intorno al Venezuela ha le sue origini nei tentativi di lanciare una campagna su larga scala con l'obiettivo dichiarato di rovesciare il governo legittimo con ogni mezzo, come affermano gli organizzatori di questa campagna, inclusa la forza. Consideriamo queste azioni assolutamente inammissibili", ha affermato.

"Il dialogo nazionale in Venezuela è un atto aperto a tutti i partiti politici, è chiaro che gli oppositori radicali sono allergici a questi eventi", ha affermato il ministro degli Esteri russo.

"Siamo convinti che le ambizioni di alcuni politici non debbano dominare gli interessi del popolo", ha affermato, in chiara allusione ai settori golpisti che hanno sistematicamente respinto il dialogo con Maduro.

Il ministro degli Esteri venezuelano Jorge Arreaza ha ringraziato Lavrov per il suo sostegno al tavolo di dialogo: «Sappiamo che la Russia e il Presidente Putin hanno sempre sostenuto le iniziative di dialoghi che possono portare a accordi politici per risolvere qualsiasi tipo di condizione o crisi".