The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Il missile Kh-101, la risposta della Russia agli USA, irraggiungi...

Il missile Kh-101, la risposta della Russia agli USA, irraggiungibile per neppure uno dei suoi concorrenti stranieri


La distanza di volo dei missili russi Kh-101 non è raggiungibile per neppure uno dei suoi concorrenti stranieri, affermano alcuni analisti militari, che concordano sul fatto che l'arma potrebbe servire come risposta al test effettuato dagli Stati Uniti dopo la sua uscita dal Trattato INF.
 
A metà agosto, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha riferito che il paese ha testato con successo un missile da crociera lanciato da terra al fine di raccogliere informazioni per lo sviluppo di futuri vettori a medio raggio in seguito alla conclusione del Trattato INF.
 
La Russia, a sua volta, ha dichiarato di essere in una fase avanzata nella preparazione di una risposta corrispondente al test americano.
 
Secondo il direttore generale del consorzio Takticheskoye raketnoye vooruzheniye (armamento missilistico tattile), Boris Obnósov, la risposta russa agli Stati Uniti sarebbe il proiettile Kh-101 , irraggiungibile per neppure uno dei suoi concorrenti stranieri.
 
Inoltre, Obnósov ha affermato che gli sviluppatori russi hanno opportunità di migliorare le prestazioni dei missili, ma ci sono alcune limitazioni relative agli standard internazionali.
 
"Siamo un paese che rispetta rigorosamente la legge. (...) Ho partecipato a negoziati su armi convenzionali e divieti di test nucleari. Posso confermare quanto siamo tempestivi nell'adempiere a tutti i nostri impegni", ha dichiarato durante un'intervista con la rivista russa Voenno -promishlenni Kurier.
 
Obnosov ha anche ricordato le parole del presidente russo Vladimir Putin sull'inammissibilità dello sviluppo di una nuova corsa agli armamenti, ma ha sottolineato che la sicurezza del paese sarà garantita in ogni caso.
 
Nel frattempo, il colonnello in pensione Víktor Baranets, un analista militare del giornale Komsomolskaya Pravda, ha confermato che il missile strategico a lungo raggio Kh-101 è, per ora, irraggiungibile per i paesi occidentali.
 
L'analista ha ricordato che il Kh-101 ha superato quasi 60 test di combattimento in Siria tra il 2015 e il 2017 senza fallimenti. 
 
"I nostri aerei a lungo raggio, il Tu-160 e il Tu-95, non sono necessariamente entrati nello spazio aereo siriano.

In realtà, abbiamo sparato contro terroristi dal territorio russo, dallo spazio aereo sul Mar Caspio", ha precisato Baranets a Sputnik.
 
Secondo l'esperto, il proiettile ha raggiunto il suo obiettivo con una deviazione di soli 10 metri con un carico di combattimento di 400 chili. "È davvero un prodotto eccezionale del nostro complesso militare e industriale", ha sottolineato.
 
Lanciato da un aereo, il missile Kh-101 ha un'autonomia di 5.500 km e ha tecnologie invisibili, ha affermato, a sua volta, il membro dell'Accademia Russa di missili e artiglieria, Konstantin Sivkov.
 
"Su questa base è molto possibile creare missili con un raggio di 10.000-12.000 km per colpire qualsiasi punto del territorio degli Stati Uniti dalla Russia con missili da crociera anziché balistici" , ha detto l'esperto al quotidiano Izvestia.