The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Attacco mediatico ai medici russi. Lettera aperta al direttore de...

Attacco mediatico ai medici russi. Lettera aperta al direttore de "La Stampa"


           
Egregio Direttore, Signori della Redazione,


la critica serrata, ripetuta, che il vostro quotidiano ha lanciato contro i medici russi e l’intatto e molto vasto gruppo di lavoro che il governo russo ha inviato in Italia per combattere l’epidemia da coronavirus, ci ha molto e sfavorevolmente colpiti.



Abbiamo assistito con crescente stupore al quotidiano innalzarsi della vostra critica, che col passare dei giorni ha assunto toni da vera e propria campagna antirussa degna dei tempi oscuri della Guerra Fredda, quando in Italia si affiggevano manifesti in tutto il Paese raffiguranti soldati sovietici che minacciavano i bambini.

La vostra campagna, sin dall’inizio, ha nell’essenza evocato, in modo sempre più diretto, il fatto che la delegazione sanitaria russa non sarebbe venuta in Italia per aiutare il popolo italiano nella lotta contro l’epidemia, ma per azioni di spionaggio.

Immediatamente, quando avete iniziato a lanciare questa campagna, ci è saltata agli occhi la prima, grande contraddizione, insita nelle vostre insinuazioni, divenute poi terribili accuse: il gruppo di lavoro russo, formato da più di 120 medici e tecnici militari specializzati nella lotta contro le epidemie, arriva a Pratica di Mare il 22 di marzo e lo stesso giorno dopo viene portato, dai medici e dagli ufficiali dell’esercito italiano, nel cuore oscuro dell’epidemia, nell’inferno di Bergamo, dove anche per loro sarà facile ammalarsi. Ed è rispetto a ciò che siamo rimasti agghiacciati dai vostri articoli, che spargevano sospetti di ignobile spionaggio su medici e tecnici che rischiavano, per aiutarci, per aiutare la popolazione del bergamasco, così tanto colpita, di contagiarsi e morire.