The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia Watch: fare business nel Paese più grande del mondo

FOCUS - Sputnik V: un'arma a doppio taglio 

Affidabile, sicuro ed efficace, così Vladimir Putin ha definito il vaccino Sputnik V, pronto a rivoluzionare la sfida contro la pandemia non solo da un punto di vista scientifico, ma soprattutto economico e politico. Tuttavia, i primi dubbi sulla sua validità non hanno tardato a farsi sentire. Sputnik V: un’importante arma di soft power o un ennesimo fuoco di paglia?

PREVISIONI SACE - Fortezza Russia o castello di carta?

Un futuro incerto fa tremare la stabilità economica della Russia. Tra le fluttuazioni del prezzo del petrolio, la volatilità del rublo, le lotte interne per il controllo del Cremlino e gli effetti del lockdown, come ha reagito e come reagirà il paese? Riuscirà a costruire una fortezza o si ridurrà ad un fragile castello di carta?

BANCHE- Yandex e Sberbank: divorzio burrascoso

I divorzi generalmente non sono mai semplici, nemmeno tra quelli tra grandi imprese. A pochi mesi dal loro “divorzio”, i due giganti dell’economia russa Yandex, la principale azienda tecnologica russa, e Sberbank, la principale banca russa, sembrano decise a farsi la guerra. Lo scorso giugno, infatti, Yandex aveva accettato di mettere fine alle sue joint venture di e-commerce e pagamento online create con Sberbank, ponendo fine a una partnership decennale che si era, però, inasprita negli ultimi anni. Tra l’altre cose, a Yandex era stato vietato di perseguire accordi commerciali con società finanziarie in virtù della sua partnership con Sberbank. Ora, libera da vincoli, il 23 settembre Yandex ha confermato di aver negoziato l'acquisizione del 100% di Tinkoff Bank con TCS Group, la società madre della banca. L'importo della transazione sarà di 5,48 miliardi di dollari, anche se i termini finali dell'accordo dipenderanno dal completamento soddisfacente della due diligence e dalla negoziazione sui documenti finali. Gli analisti di mercato sembrano decisamente approvare l'accordo e le azioni di Yandex sono schizzate al loro massimo storico dopo che è emersa la notizia. Cosa ne pensa, invece, Sberbank? L’amministratore delegato German Gref ha risposto dicendo "non abbiamo paura della concorrenza". In una presentazione il 24 settembre, Gref ha svelato il nuovo marchio e i nuovi prodotti della banca. Invece di "Sberbank. Sempre al tuo fianco", il nuovo logo dell'azienda recita "Sber. Per la vita." Gref ha poi annunciato l’introduzione di un nuovo bancomat con riconoscimento facciale e controllo vocale (di cui 100 saranno installati entro fine anno), un servizio di consegna tramite corriere per Mosca e San Pietroburgo, una piattaforma educativa per le scuole chiamata SberClass e un assistente virtuale chiamato Salyut, che avrà tre personalità, Sber, Afina e Joy. Si calcola che nell’arco dei prossimi cinque o sei anni, il rebranding dell'azienda in "Sber" costerà 2,5 miliardi di rubli (32 milioni di dollari).

IMMOBILIARE - Gli effetti positivi del COVID

Gli aiuti governativi per coloro che aprono un mutuo, creati per supportare la ripresa economica post-coronavirus, stanno alimentando un boom nel mercato immobiliare russo. Il numero di mutui emessi a luglio e agosto è infatti aumentato di oltre il 40% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, come mostrano i dati della Banca centrale russa, e i prezzi per le nuove costruzioni sono aumentati notevolmente in un certo numero di città. Il governo di Mosca ha introdotto uno schema ipotecario preferenziale per sostenere il settore delle costruzioni e rimettere in moto il mercato immobiliare, dopo che il lockdown, introdotto alla fine di marzo, ha impedito molti settori dell'economia. I russi possono ora ottenere mutui a un tasso di interesse del 6,5% per case e appartamenti di nuova costruzione per un valore fino a 12 milioni di rubli (160.000 di dollari) a Mosca, San Pietroburgo e nelle regioni circostanti e fino a 8 milioni di rubli (105.000 di dollari) nel resto del Paese. Lo schema di aiuti governativi ha spinto i prezzi dei nuovi appartamenti verso un’impennata di prezzo, di oltre un terzo in alcune regioni russe, ha riportato Sberbank. A Mosca e San Pietroburgo, i prezzi sono aumentati di oltre il 10% nell'ultimo anno. Questo boom sembra dunque dissipare i timori che l'epidemia di coronavirus avrebbe fatto precipitare i prezzi degli immobili.

ENERGIA- Mosca in ritardo sulle rinnovabili

In un’economia sempre più sostenibile, in cui l’utilizzo delle rinnovabili rappresenta ormai più del 10% della produzione energetica mondiale, la Russia sembra differire in modo significativo. Pur essendo la quarta potenza produttrice di elettricità al mondo, solo lo 0,16% è generato da fonti rinnovabili (escludendo la produzione idroelettrica). Anche in un’ottica di rilancio post-pandemia, se da una parte i Paesi europei hanno ribadito la volontà di assumere la leadership nella transizione energetica, con l’adozione dello European Green Deal, Mosca sembra per ora riluttante a includere elementi di transizione energetica sostenibile nei propri piani di rilancio, anche a causa dei molteplici interessi delle principali aziende  nel campo dell’oil&gas. La Russia si è infatti impegnata a non superare, entro il 2030, la soglia del 70% delle emissioni prodotte nel 1990; posizione molto meno ambiziosa rispetto a quella dell’UE, che recentemente si è posta l’obiettivo di ridurre le proprie emissioni di gas serra del 55% entro il 2030. Lo sviluppo continuo del mercato delle rinnovabili in Europa, così come la possibile introduzione di una carbon border tax da parte dell’UE sarebbe certo un duro colpo per le esportazioni russe verso l’Europa. Tuttavia, potrebbe anche rappresentare un importante stimolo verso un maggiore impegno da parte russa per una decarbonizzazione dell’economia e per una più rapida transizione verde.