The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Sarà un procuratore speciale a indagare su Trump e la Russia

Il dipartimento della Giustizia ha ceduto alle richieste dei Democratici e ha scelto un procuratore di grande credibilità e indipendenza

Il dipartimento della Giustizia degli Stati Uniti ha nominato Robert S. Mueller III, un ex direttore dell’FBI, come procuratore speciale dell’indagine sui presunti legami tra il comitato elettorale di Donald Trump, oggi presidente, e l’intelligence del governo russo. Mueller avrà il compito di guidare e supervisionare l’indagine, al termine della quale potrà sporgere accuse formali contro i collaboratori di Trump ed eventualmente anche contro lo stesso Trump (anche se potrebbero volerci mesi o addirittura anni). Mueller è una persona di grande credibilità, molto stimata sia dai Democratici che dai Repubblicani e nota per la sua indipendenza di giudizio.

La soluzione del dipartimento di Giustizia asseconda le richieste dei parlamentari Democratici e anche di alcuni Repubblicani, che soprattutto dopo i guai degli ultimi giorni avevano chiesto che l’indagine sulla Russia fosse affidata a un procuratore speciale. Nonostante abbia acconsentito alla nomina di Muller, Trump l’ha commentata spiegando che «l’indagine confermerà quello che sappiamo già, cioè che non c’è stata nessuna collaborazione tra il mio comitato elettorale ed entità straniere». Trump si è anche lamentato su Twitter che nei suoi confronti è in corso «la più grande caccia alle streghe a un politico nella storia americana». Infine poco prima, Trump aveva criticato – senza fornire prove – il fatto che non fosse stato nominato un procuratore speciale per indagare l’amministrazione Obama o il comitato elettorale di Hillary Clinton.