The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Arriva il freddo dalla Russia, temperature giù anche di 10 gradi

Roma - Ultimi tepori della cosiddetta “estate di San Martino”, perché è in arrivo un’ondata di freddo intenso proveniente dalla Russia: questo weekend segna la prima, vera “svolta” invernale sul nostro Paese, con temperature in calo ovunque, giù anche di 10 gradi, piogge, temporali e deboli nevicate.

E la prossima settimana farà ancora più freddo, con rovesci che insisteranno soprattutto al Centro-Sud. Oggi i fenomeni instabili interessano l’Abruzzo, il Molise e la Puglia, in serata si estenderanno anche alla Calabria ionica, colpendo in particolare il Crotonese; sulla Sardegna il tempo si manterrà instabile per tutta la giornata, con precipitazioni localmente intense e probabili temporali. Situazione simile anche sulla Sicilia, dove però tenderà a migliorare nel corso delle ore pomeridiane. Qualche debole nevicata, infine, potrà verificarsi sull’Appennino abruzzese, sopra i 1100 metri di quota.

Spiccata variabilità lungo le regioni adriatiche, con locali precipitazioni dalla bassa Emilia sino al Molise, anche a carattere di rovescio. La neve è attesa sui rilievi, in Piemonte anche sotto i 1000 metri. Al Nord il tempo si manterrà decisamente asciutto e soleggiato quasi ovunque, con temperature però piuttosto fredde.

Domenica il maltempo insisterà su Abruzzo e Molise, con nevicate al mattino sui rilievi sopra i 900 metri, precipitazioni a tratte intense sulla Puglia, sulla Basilicata e poi verso l’entroterra campano; sempre instabile sulla Calabria, con isolati temporali, e sul Messinese. Fenomeni temporaleschi colpiranno inoltre la Sardegna orientale, mentre al Nord invece il tempo si manterrà più soleggiato e asciutto.

Come detto, le temperature subiranno un brusco abbassamento sulle regioni centro-settentrionali, con termometri giù anche di 10 gradi. Al Sud il calo sarà meno consistente, ma si farà comunque sentire: i valori minimi sono previsti in forte calo soprattutto nel corso delle ore notturne.

E farà freddo anche la prossima settimana: fra lunedì 19 e martedì 20 arriva il “ciclone invernale”, che porterà maltempo con piogge e nubifragi, neve sui rilievi a bassa quota e sino in pianura al Nord-Ovest. Rovesci e temporali insisteranno soprattutto al Centro-Sud, e saranno intensi sulle zone tirreniche. “Prognosi” ancora incerta per il Nord: l’aria fredda proveniente da est potrebbe portare nevicate a quote molto basse, il tutto accompagnato da clima freddo. Venti sostenuti a rotazione ciclonica e mari molto mossi.

Mercoledì 21, ancora condizioni di instabilità sulle regioni tirreniche centro meridionali e sulla Sardegna occidentale, nubi sparse altrove con prevalenza di schiarite al Nord.

Giovedì 22 e venerdì 23, estesa variabilità, con residui fenomeni al mattino sulle regioni centro meridionali tirreniche; aumento delle nubi nella giornata di venerdì, con fenomeni sparsi sul Nord-Ovest.