The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Marte e la strana alleanza Europa-Russia: Schiaparelli ci riprova

Alla periferia di Charleroi, campagna del Belgio, in una stradina con le tipiche case operaie strette e a tetto spiovente, il taxi ferma dinanzi a un basso edificio a mattonci rossi, che facilmente passarebbe inosservato. Ma, a chi ci lavora dentro, la cosa non dispiace affatto. Anzi.

Il passato di questa zona agricola della Vallonia è un castello su una collina che domina la valle, costruito nel 1600 dagli spagnoli in onore di Carlos Rey (il Re Carlo, Charle Roi in francese). Oggi, però, Charleroi, mezz’ora di auto da Bruxelles, è una grigia città industriale: svettano, minacciosi, gli altiforni delle accierie della Arcelor Mittal. Un mostruoso complesso che oscura tutta la città. Accanto all’industria pesante, che nella mente degli italiani evoca la grande emigrazione degli anni 50 in Belgio, ce n’è anche una leggera. E invisibile. Dove non c’è l’Italia povera e affamata dei minatori, ma quella, purtroppo poco conosciuta, degli ingegneri e della ricerca scientifica ad altissimo livello.

Dentro quel piccolo e anonimo edificio si progetta la conquista dello Spazio e si studia la Terra: è uno dei 20 stabilimenti Thales Alenia Space, azienda italo-francese che dietro le quinte, e nel più assoluto riserbo, sta conducendo la regia della più grande operazione spaziale congiunta tra Europa e Russia. La conquista di Marte (al secondo tentativo).