The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Meteo: RUSSIA, è già tempo di GELO e BUFERE NEVOSE. Ecco i Possibili Effetti in Italia di Questo Anticipo

Mentre in Siberia si stanno vivendo giornate con caldo record ad oltre 30°C, sulla Russia europea è già tempo di GELO e BUFERE NEVOSE. Ecco i POSSIBILI EFFETTI in Italia di questo anticipo.
n questi giorni si stanno rilevando delle anomalie nel campo delle temperature sul comparto dell'Europa più orientale. Dando uno sguardo alle mappe meteo a nostra disposizione possiamo notare come aria gelida (in relazione soprattutto al periodo dell'anno in cui ci troviamo) di estrazione ARTICA invada buona parte della Russia, nonché parte degli stati europei orientali limitrofi. Addirittura non sono mancate nei giorni scorsi delle vere e proprie bufere di neve fino in pianura sulla Russia settentrionale, quasi fino alla capitale Mosca, con temperature già ben al di sotto dello zero. Gran freddo anche in Ucraina con minime fino -1°C a Kiev, in Bielorussia e sulle tre Repubbliche Baltiche.

Quali POTREBBERO ESSERE LE CONSEGUENZE sull'ITALIA?
Al momento l'Italia è interessata da una circolazione di correnti relativamente miti con le temperature delle acque superficiali del Mar Mediterraneo ben superiori alla norma. Ebbene, in caso di arrivo di un impulso freddo direttamente dalla Russia si potrebbero innescare condizioni meteorologiche particolarmente rischiose, a causa della formazione di vortici ciclonici sui nostri mari: si verrebbe infatti a creare un mix particolarmente insidioso, con la concreta possibilità di fasi di maltempo prolungate ed eventi estremi come nubifragi e alluvioni lampo.

A conferma di quando vi stiamo dicendo, una prima bordata in discesa dall'europa nord-orientale è prevista secondo le ultime elaborazioni modellistiche per i primi giorni di ottobre: per tutti i motivi di cui sopra occorrerà monitorare attentamente l'evoluzione di questa configurazione, per capire dove si formeranno i minimi depressionari e dove potrebbero quindi colpire le precipitazioni più intense.