The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Il treno Navalny verso la Russia

L'oppositore torna domenica dalla Germania, i suoi sostenitori preparano le maglie con il suo nome per accoglierlo all'aeroporto e il Cremlino si chiede come smontare il suo rientro da eroe

Quello che il Cremlino vorrebbe evitare domenica, quando Alexei Navalny atterrerà all’aeroporto Vnukovo di Mosca, è che il volto più popolare dell’opposizione russa torni da eroe. Le alternative non sono molte, se Navalny venisse arrestato al suo arrivo –  come sembra avverrà,  è stato inserito nella lista dei ricercati federali e il Fsin (il servizio penitenziario della Federazione russa) ha detto che farà di tutto per arrestarlo – passerà da eroe: è tornato nonostante i rischi. Se al suo arrivo le autorità non dovessero muoversi per arrestarlo – ipotesi più remota – passerà comunque da eroe: il Cremlino non vuole più toccarlo, o almeno non subito. Il dibattimento, dice l’analista russa Tatiana Stanovaya, è in corso tra chi consiglia il presidente. L’Fsb, l’agenzia dei servizi segreti russi che è dietro al tentativo di avvelenamento, vuole vendicarsi del fallimento e soprattutto della telefonata fatta da Navalny  a un agente incauto che ha confessato tutto. Spinge quindi per arrestarlo: quella telefonata ha mostrato a tutto il mondo l’impreparazione e la goffaggine dei servizi russi, un tempo tra i più cauti e temuti al mondo, oggi tra i più maldestri. Alcuni amministratori dentro al  Cremlino avrebbero preferito che Navalny rimanesse in Germania, libero di chiacchierare, di accusare, ma lontano dai russi. Chi ha affari internazionali e amicizie con Putin  non ritiene che Navalny sia poi così pericoloso per la stabilità del presidente: meglio lasciarlo giungere in Russia, far vedere al mondo che non ci sono pressioni contro di lui,  il fenomeno si sgonfierà da solo e loro eviteranno nuove sanzioni. Putin e Navalny, dice Stanovaya sul suo canale Telegram, sono due treni che prima o poi si scontreranno, ma mentre il Cremlino pensa a  come offuscare l’onda di eroismo che Navalny porterà con sé dalla Germania, i sostenitori di Navalny pensano a come accoglierlo.