The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Disperso in Russia nel '43, adesso l'apino Egidio Zussino torna a casa

TAIPANA (Udine) - L'alpino Egidio Zussino di Taipana torna a casa. Solo simbolicamente, purtroppo, ma per i parenti è comunque un conforto. Nel suo paese, infatti, domenica 28 maggio, giungerà il piastrino di riconoscimento che è stato recuperato a Miciurinsk, in Russia, il 15 aprile del 2016. 

«Un ringraziamento particolare ad Antonio Respighi del gruppo alpini di Abbiategrasso Sezione di Milano - dice il commissario straordinario del Comune di Taipana, Maurizio Malduca - che a seguito di un viaggio fatto in Russia per celebrare i tanti soldati italiani che durante il secondo conflitto mondiale hanno perso la vita nella ex Unione Sovietica, ha raccolto dalle mani di un abitante della città di Miciurinsk alcuni piastrini di riconoscimento appartenuti a soldati italiani. In questa località esisteva un campo di prigionieri italiani: ne morirono 4178 in base ai dati del ministero della Difesa. Grazie alla decodifica del piastrino e alle ricerche eseguite da Respighi si è potuto stabilire che apparteneva all'alpino Zussino Egidio, nato a Taipana il 17 aprile del 1918 e disperso in Russia il 19 gennaio del 1943. Faceva parte della 3^ Divisione Julia, 8° Reggimento Alpini». Il piastrino, trovato nella regione di Tambov, a sud-est di Mosca, sarà consegnato ai parenti durante una cerimonia.