The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Link Campus e Lomonosov. Italia e Russia unite grazie all'università

Negli ultimi anni, il dialogo e la cooperazione tra Italia e Russia si trovano ad affrontare una serie di criticità e di sfide. Basti pensare alla crisi ucraina, con le sanzioni adottate dall'Unione europea nei confronti della Russia e le contromisure commerciali messe in atto da Mosca, oppure allo scenario bellico della lotta contro Daesh, in cui si assiste a una divergenza di posizioni e strategie, specie con riferimento alla politica estera e ai rapporti con gli attori principali in Medio Oriente e Nord Africa.

In questo contesto, la visita odierna della delegazione dall'Università Statale di Mosca Lomonosov presso l'Università di Roma "Link Campus University", che si inserisce in un accordo più ampio per lo sviluppo della cooperazione nelle aree dell'educazione, della ricerca e dello scambio accademico tra le due Università, costituisce un'importante iniziativa per rilanciare la politica di partenariato e l'interazione costruttiva tra Italia e Russia.

La cooperazione universitaria costituisce oggi un elemento essenziale e strutturale della cooperazione internazionale: essa infatti permette a professori, ricercatori e studenti di diventare parte attiva di un concreto interscambio culturale tra Paesi diversi, attraverso la partecipazione a programmi di collaborazione nella ricerca scientifica e nello sviluppo tecnologico.

ino sempre più frequenti, perché solo attraverso programmi basati sullo scambio reciproco, sul mutuo rispetto e sul dialogo con gli interlocutori, in un'ottica di reciproco apprendimento, sarà possibile affrontare e risolvere le grandi sfide geopolitiche ed economico-commerciali del nostro tempo senza cedere alla logica dell'unilateralismo, della contrapposizione tra egemonie mondiali o regionali e dello scontro ideologico.

Il segnale lanciato oggi da parte di un'importante università italiana guidata dal professor Vincenzo Scotti e con la presenza importante dell'ex vice presidente della Commissione Europea Franco Frattini, racconta della volontà di lanciare nuovi semi di dialogo e cooperazione per riconsegnare al nostro Paese il ruolo naturale di ponte tra l'Europa, gli Stati Uniti, il Medio Oriente e la Russia. Di fronte alle difficili sfide che abbiamo i fronte, abbiamo la necessità di unire le forze, aldilà delle differenze alla ricerca dell'interesse comune.