The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Doping, stangata della Wada alla Russia: scatta anche l'esclusione dai Mondiali

La Wada ha deciso di escludere la Russia dai principali eventi sportivi per i prossimi quattro anni. Niente Qatar 2022 per la Nazionale di calcio.

Doveva essere una delle giornate più importanti della storia dello sport russo e così è stato. La Wada, l’Agenzia Mondiale Antidoping, ha deciso di usare la mano pesantissima contro la Russia e l’ha esclusa da tutti i principali eventi sportivi per i prossimi quattro anni.

La soluzione è stata presa all’unanimità nel corso di una riunione del Comitato Esecutivo che si è tenuta a Losanna e comporterà l’assenza della Russia da eventi come le Olimpiadi di Tokyo 2020 e dai Giochi Invernali di Pechino 2022, ma anche dai Campionati del Mondo di calcio che si terranno in Qatar nel 2022.

Si tratta delle sanzioni più dure mai inflitte ad un paese, anche se gli atleti che saranno in grado di dimostrare di essere estranei allo scandalo doping che ha coinvolto lo sport russo negli ultimi anni, potranno comunque competere sotto una bandiera neutrale.

La Russia adesso avrà 21 giorni di tempo per presentare un ricorso e, nel caso che la cosa accada, sarà poi il Tribunale Arbitrale dello Sport a pronunciarsi con una soluzione definitiva.

La squalifica è scattata a seguito dello scandalo legato alla recidiva riscontrata in Russia nel falsificare i dati dei controlli antidoping dei propri atleti.

La Nazionale di calcio russa, potrà comunque prendere parte la prossima estate a Euro 2020, in quanto si è già qualificata per il torneo (è stata inserita nel Gruppo B con Danimarca, Finlandia e Belgio).