The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Cina e Russia sulla Corea del nord: la soluzione è il dialogo

Putin e Xi Jinping

Mentre da Pyongyang fioccano minacce su minacce, la Cina ha chiesto oggi alle parti di perseguire la via del dialogo sulla crisi nordcoreana, dopo il nuovo test missilistico che proprio Pyongyang ha effettuato ieri.

"Il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha proibito con chiarezza alla Repubblica popolare democratica di Corea l'uso di missili e anche la Cina è contraria", ha premesso la portavoce del ministero degli Esteri di Pechino. "La condizione nella Penisola coreana è complessa e sensibile. Noi invitiamo tutte le parti a evitare di provocarsi a vicenda e a continuare sulla strada maestra del dialogo e delle consultazioni".

La Corea del Nord intanto ha confermato oggi il lancio di un missile a medio raggio Pukguksong-2 e ha annunciato che questo vettore verrà immediatamente messo a disposizione delle forze strategiche del paese. Solo una settimana fa aveva testato un altro missile.

La Cina è il principale alleato della Corea del Nord, anche se la tenacità di Pyongyang nel perseguire i suoi programmi nucleari e missilistici sta mettendo a dura prova quest'alleanza. Pechino è sotto pressione da parte di Washington affinché costringa al riottoso vicino ad abbandonare i suoi piani bellici.

Domani si terrà una riunione d’emergenza del Consiglio di sicurezza dell'Onu per discutere questo nuovo lancio. Giappone e Stati uniti premono per ottenere un ulteriore inasprimento delle sanzioni nei confronti di Pyongyang.

Intanto si è appreso che la compagnia aerea di stato nordcoreana Air Koryo ha interrotto improvvisamente la sua rotta tra Pyongyang e la città cinese di Dandong, una località di confine considerata l'hub del commercio tra i due paesi.

“La Russia invita gli Stati Uniti e i suoi alleati nel nord-est asiatico a mostrare la massima moderazione sui lanci di missili da parte della Corea del Nord”. Queste le parole del vice ministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov citato dalle agenzie.

Ryabkov ha poi sottolineato che Mosca e' "in contatto" con gli Usa sulla questione. "Certamente riteniamo che il lanci di missili non sia utile per il compito principale: la soluzione politica del problema della denuclearizzazione della penisola coreana", ha detto Ryabkov. Per Mosca pero' bisogna evitare esercitazioni militari o il dislocamento di nuovi armamenti. "Tali contromisure non sono altro che un passo verso l'allargamento della spirale di tensione e noi siamo contro questo scenario", ha detto. "C'e' un modo alternativo: entrambe le parti dovrebbero mostrare moderazione. Noi abbiamo inviato questo segnale anche a Pyongyang", ha concluso Ryabkov.