The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Doping, la Russia fuori dai Giochi 2020 e 2022? Il verdetto il 9 dicembre

ll Comitato di Revisione della conformità (Crc) dell’Agenzia antidoping mondiale (Wada) ha raccomandato di giudicare “inadempiente” la Rusada. L’esecutivo della Wada potrebbe così decidere di sospendere nuovamente la Russia dall’Olimpiade di Tokyo 2020 e Pechino 2022

Il Comitato di Revisione della conformità (Crc) dell’Agenzia antidoping mondiale (Wada) ha raccomandato di giudicare “inadempiente” l’agenzia antidoping russa Rusada. Il Comitato esecutivo della Wada, che si riunirà a Parigi il 9 dicembre, potrebbe così decidere di sospendere nuovamente la Rusada mettendo a azzardo la partecipazione della Russia alle Olimpiadi di Tokyo 2020, a quelle invernali 2022. A azzardo anche Euro 2020 di calcio? Il Crc ha emesso questa raccomandazione dopo aver chiesto alla Russia di spiegare le “incongruenze” nei dati di laboratorio consegnati da Mosca agli investigatori della Wada lo scorso gennaio. La divulgazione di tutti i dati del laboratorio di Mosca era una condizione chiave della controversa reintegrazione della Rusada sancita nel settembre del 2018 dopo tre anni di sospensione per lo scandalo del doping di Stato in Russia, che pare sia andato avanti dal 2011 al 2015.

Il capo dell’agenzia antidoping russa Rusada, Yuri Ganus, getta però acqua sul fuoco: interrogato dall’agenzia di stampa russa Interfax, ha detto di ritenere tecnicamente corretta la raccomandazione del Comitato di Revisione della conformità dell’Agenzia antidoping mondiale Wada. “La Rusada - ha affermato Ganus - viene ritenuta inadempiente perché la soluzione di conformità del settembre del 2018 era condizionata a due richieste. Queste sono state rispettate formalmente ma non propriamente”. Le due condizioni per la riammissione dell’agenzia antidoping di Mosca erano il riconoscimento del fatto che in Russia per anni ha funzionato un gigantesco sistema di doping di Stato e il pieno accesso ai dati del laboratorio di Mosca da parte degli ispettori dell’Agenzia Mondiale. Ganus ha quindi spiegato che l’agenzia antidoping russa Rusada attenderà la riunione del Comitato Esecutivo Wada del 9 dicembre, “dove si discuterà delle misure che devono essere adottate e di cosa dovremo fare”.