The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Cross MXGP Russia, Cairoli chiude al 5° posto

Clement Desalle è uscito dal fango del GP di Russia con la vittoria in tasca. A Orlyonok, il 10° appuntamento del Mondiale MXGP è stato condizionato dalla forte pioggia caduta prima e durante la manche iniziale della MX2. Si è venuto così a creare un pantano che ha messo in crisi numerosi piloti. Il belga, terzo nella prima manche, ha vinto quella di chiusura grazie alla sua costanza e ad un colpo di scena mentre era secondo: l’errore di Romain Febvre, in testa fino a due giri dal termine quando è caduto in fase di doppiaggio su Herlings. Tony Cairoli ha mantenuto saldamente la testa del campionato ma ha vissuto momenti complicati e ha terminato il GP in quinta piazza. Secondo in gara 1 dietro a Jeffrey Herlings, nella seconda heat è partito in decima posizione per poi recuperare fino all’ottava. Peccato che a un giro e mezzo dalla conclusione sia caduto dovendo retrocedere ancora ai margini della top 10. Il siciliano ha comunque limitato i danni, perdendo solo 3 punti in campionato dal primo inseguitore – divenuto Desalle -, distante 47 lunghezze. Quarto e terzo, Gautier Paulin, sul gradino più basso del podio di giornata (dietro a Herlings) e di campionato (alle spalle di Desalle).

— In una giornata condizionata dal fondo pesante, il più costante della MX2 è stato Pauls Jonass. Nella heat conclusiva, al lettone è bastato un terzo posto con un giro di distacco dal vincente Seewer per aggiudicarsi il GP dopo una prima manche conclusa in seconda piazza. Ora conta 45 punti di vantaggio sullo svizzero, secondo di Gran Premio con 3 lunghezze di ritardo dall’avversario. Il pilota Suzuki, 7° in gara 1, è stato il più abile ad evitare le trappole del fango in gara 2, nella quale non contava la velocità ma la capacità di prendere il canale giusto. Brian Bogers ha chiuso il podio grazie ad una 6° e una 2° posizione. Nella seconda heat è stato l’unico pilota a non essere doppiato. Altri invece sono rimasti intrappolati nel terreno russo, Kjer Olsen (vincente di gara 1) e Paturel su tutti, mentre lottavano per il vertice. Giuseppe Tropepe e Michele Cervellin si sono classificati 17° e 20° di giornata.

— Nell’Europeo 250, terzo posto di Simone Furlotti in una gara 2 vinta dallo statunitense Tristan Charboneau. L’italiano Morgan Lesiardo guida la classifica di campionato con 163 lunghezze dinanzi alle 146 di Furlotti. Poi il belga Jago Geerts e l’altro azzurro Alberto Forato, a quota 128 e 126. Seconda manche dell'EMX 300 all'olandese Mike Kras, secondo di GP e di campionato dietro, in entrambi i casi, al britannico Brad Anderson.

- 1° Pauls Jonass (KTM) 414 pt.; 2° Jeremy Seewer (Suzuki) 369 pt.; 3° Thomas Kjer Olsen (Husqvarna) 317 pt.; 12° Michele Cervellin (Honda) 154 pt.; 15° Samuele Bernardini (TM) 111 pt.; 22° Ivo Monticelli (KTM) 61 pt.