The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

F1, GP Russia a Sochi: orari, diretta tv e info

Da casa nostra alla Russia. Dopo una settimana di riposo post Mugello, la F.1 farà tappa a Sochi il prossimo weekend. E si tornerà a correre in un circuito moderno, inaugurato nel 2014. Prima di allora, solo due GP a San Pietroburgo, nel 1913 e 1914, quando ancora non c’era la F.1 (il vincente della prima edizione fu il russo Georgij Suvorin, mentre il tedesco Willy Scholl vinse la seconda). A caratterizzare il tracciato è soprattutto l’ampio semicerchio della curva 3, molto simile alla 8 del circuito di Turchia che quest’anno tornerà in calendario. Il nome del team vincente non è mai cambiato in tutte le edizioni corse: ha trionfato sempre la Mercedes, per sei volte. Anche l’anno scorso, con Leclerc terzo dietro a Hamilton e Bottas. Una gara inammissibile, con le Ferrari al comando prima del tardivo ordine di scuderia Leclerc-Vettel ristabilito solo al pit-stop (il tedesco doveva lasciar passare il monegasco al via) e il ritiro di Seb per un problema al motore.

Il tracciato ai raggi X

Prima il rettilineo, poi una curva leggera a destra, proseguendo per diverse centinaia di metri a 330 Km/h prima di una frenata decisa che fa schizzare anche il valore della forza G (per un massimo di 4,6). Quindi è il momento della lunghissima curva di 750 metri verso sinistra (unica nel Mondiale) che gira di oltre 180° attorno a diverse strutture del parco Olimpico, mettendo a dura prova gli pneumatici per diversi secondi. In seguito, nella parte centrale del circuito, ci sono quattro curve ad angolo retto alternate da brevi rettilinei. E in uscita dalla 11, tocca al tratto di maggiore scorrimento di circa un chilometro, dove si arriva a velocità che sfiorano i 340 chilometri-orari, prima di frenare e di scendere a 100 Km/h per la presenza di un’altra curva a 90°. Dopo una sorta di lunga chicane ci si avvicina al settore conclusivo, contraddistinto da altre quattro curve ‘rette’ e altrettanti brevi rettilinei. Prima di ritornare al traguardo.