The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia 2018, suicidio Usa: fuori! Panama al

La vendetta viene servita fredda, anzi ghiacciata. Ventotto anni dopo aver subito in casa l’onta dell’eliminazione, la piccola Nazionale di Trinidad e Tobago, fanalino di coda dell’"Esagonale del Nord e Centro America e ormai fuori dai giochi, castiga gli Stati Uniti per 2-1: una sconfitta pesantissima perché spedisce gli Yankee fuori da un Mondiale per la prima volta dal 1986. Il terzo posto utile se lo aggiudica Panama, che batte Costa Rica 2-1 e conquista la finale di una Coppa del Mondo per la prima volta nella sua storia. Servono un gol contestatissimo di Gabriel Torres, che probabilmente non varca mai la linea di porta (ma qui non c’è assistenza della tecnologia) e uno di Roman Torres negli ultimi spiccioli di partita (87’) per portare alla prima storica qualificazione, firmata Bolillo Gomez, tecnico colombiano che già aveva portato l'Ecuador per la prima volta a una fase finale (2002).

— E’ una serata di grande suspence: si gioca in contemporanea sui tre campi. L’eliminazione degli Usa è una possibilità remota, perché grazie al netto successo su Panama per 4-0 di venerdì scorso, alla Nazionale stelle e strisce, per l’occasione in bianco, dovrebbero andare storte molte cose per rischiare di mancare il viaggio verso la Russia. Lo faranno. Si presentano a quota 12 punti con due di vantaggio (e migliore differenza reti) su Panama e Honduras appaiate a 10. Significa che anche con la sconfitta gli americani verrebbero eliminati solo in caso di vittoria di Honduras e Panama.

— Ma la sconfitta a Trinidad non è un risultato contemplato. I primi brutti pensieri arrivano a inizio di gara, quando al 17’ (negli Usa il numero sfortunato però è il 13) Omar Gonzalez trafigge il proprio portiere svirgolando clamorosamente il pallone in area. Al 37’ è Alvin Jones con un diagonale da 25 metri a infilare l’angolo opposto di Howard, che in altri tempi ci avrebbe probabilmente messo una pezza. Ma a rincuorare il tecnico Bruce Arena, più che la pessima prestazione dei suoi, ci sono i risultati che arrivano dagli altri stadi alla fine del primo tempo: il Messico è in vantaggio in trasferta per 2-1 sull’Honduras, mentre Costa Rica è sopra 1-0 a Panama. Poi a illudere ci pensa il gioiellino 19enne della Pennsylvania e in forza al Dortmund, Christian Pulisic, che accorcia con un bel destro da fuori subito in apertura di ripresa (2’). Ci sarebbe tutto il tempo per rimediare, ma non succederà. Gli Usa possono recriminare su un paio di paratone di Foncette e un palo, ma Trinidad si procura un altro paio di occasionissime e alla fine festeggia come se al Mondiale ci andasse lei. Intanto dall’Honduras e da Panama arrivano le rimonte con la storica qualificazione dei “Canaleros” (oltre a Messico e Costa Rica) e lo spareggio che l’Honduras si guadagna contro l’Australia.

— Per gli Usa c’è il rammarico di aver buttato la ghiotta opportunità di ottenere l’ottava partecipazione consecutiva a una Coppa del Mondo. E invece resta a casa a meditare sulle conseguenze disastrose per la crescita del movimento.