The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Russia 2018, Svezia-Francia 2-1: follia Lloris,

Era l'occasione giusta per prendere il largo in classifica del gruppo A e prenotare un biglietto per il Mondiale. La Francia di Deschamps invece dovrà guadagnarselo il posto in Russia, facendo i conti sempre con una Svezia, magari orfana di Ibrahimovic, ma che strappa la vittoria allo scadere con un gol proprio alla Ibrahimovic di Toivonen. Un tiro da centrocampo su inammissibile assist-papera di Lloris (2-1).

— E dire che la partita era cominciata bene per i Bleus, prendendo gradualmente il sopravvento su una Svezia ordinata, ma poco aggressiva. Più attenta a chiudere gli spazi che ad aprirne. Così, la Francia applica con metodo una strategia di percussione sulle fasce. Più a sinistra però, dove Mendy, reduce da una travolgente stagione con il Monaco, continua a macinare accelerazioni e cross. Molto più di Sissoko, preferito da Deschamps al più estroso e giovane Dembelé, a destra. Prudenza non ripagata, perché il centrocampista del Tottenham non punge. Lo fa invece Mendy che al 32' procura la prima occasione a Giroud, per un colpo di testa che finisce a lato di poco. E' l'azione che risveglia il gunner che al 37' raccoglie da Payet nella zona sinistra dell'area, controlla e scaglia un esterno sinistro nell'incrocio opposto. Imprendibile, bello e utile per raggiungere Benzema, il grande rivale nell'ombra, nella classifica marcatori della Francia a quota 27. Ma con 18 gare in meno. La Svezia non cede al panico e trova subito il pari. Colpevole, come spesso anche in Ligue 1, Mendy che dimentica la marcatura su Durmaz, esterno del Tolosa, che a centro area ha tutto il tempo per raccogliere un cross da sinistra e scagliare in rete.

— La ripresa mantiene le attese, con una Francia subito aggressiva e vicina al gol con Griezmann che impegna di testa in tuffo Olsen su un cross da destra di Sissoko (9'). Al 10' ecco finalmente Pogba con un tiro da fuori che sfiora l'incrocio. Ma la Svezia non rimane a guardare e si fa pericolosa prima con un tiro da fuori di Johansson, a lato (13') e poi con una stoccata insidiosa da sinistra di Durmaz che Lloris respinge in extremis (14'). Ed è botta e risposta anche intorno al 20' quando Griezmann, di nuovo, impegna Olsen su punizione, imitato subito dopo da Forsberg che mette alla prova Lloris. Il portiere allo scadere però va in tilt sull'ultimo pallone, uscendo dall'area per evitare Guidetti, ma scaricando il pallone a centrocampo, da dove spunta Toivonen, altro giocatore del Tolosa, che, con una stoccata zlatanesca, mette in rete. Per la Francia, tutto da rifare.