The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Formula 1, Vettel chiede scusa a Leclerc dopo il GP in Russia

Il pilota tedesco fa mea culpa per quanto successo nell'ultimo GP. In Giappone è pronto a collaborare con Leclerc evitando inutili tensioni.

La gara del Gran Premio di Russia 2019 ha provocato non poche tensioni in casa Ferrari. Infatti, il rifiuto di Sebastian Vettel di far passare Charles Leclerc dopo la partenza nonostante l'accordo preso precedentemente ha fatto discutere parecchio.

I piani prevedevano che Seb, scattato in seconda fila in terza posizione, sfruttasse la scia fornitagli dal compagno per passare in testa e poi restituire il piacere facendosi superare dal monegasco. Così ci sarebbero state due Ferrari dinanzi, con Lewis Hamilton scalato al terzo posto. Ma il quattro volte campione del mondo di Formula 1 è rimasto dinanzi fino al suo pit-stop, che il team ha ritardato apposta per favorire Leclerc.

La corsa del tedesco è comunque terminata poco dopo la sosta per un problema al motore della sua SF90, però sono rimaste aperte le discussioni per quanto avvenuto a inizio GP. Va detto che Vettel aveva dimostrato di essere più veloce del compagno in quella fase e dunque la sua voglia di stare dinanzi non era necessariamente una manifestazione di "egocentrismo". Ma il mancato rispetto di un ordine di scuderia non può che creare qualche tensione interna alla squadra, anche se spesso le situazioni vengono ingigantite dai media.

Formula 1, Vettel chiede scusa alla Ferrari: con Leclerc ha sbagliato a Sochi

In questo weekend la Formula 1 va in scena in Giappone sul circuito di Suzuka e, nonostante siano passate due settimane dal GP di Russia, era scontato che a Vettel venisse chiesto di quanto successo a Sochi. Il tedesco ha ammesso di non essersi comportato nella maniera migliore.

Il quattro volte campione iridato di F1 confessa che la sua condotta non è stata ideale, ma ormai è concentrato sul futuro. Vuole mettersi tutto alle spalle e spiega che il suo rapporto con Leclerc rimane positivo, pur permanendo la voglia di sconfiggerlo in pista.

Il clima è sereno nel team di Maranello, dunque. Chiaramente bisogna evitare che già a Suzuka si ripeta una condizione simile a quella vissuta a Sochi, perché altrimenti le tensioni possono prendere il sopravvento. La squadra deve essere brava a gestire due piloti così forti, che a loro volta devono sapersi comportare nel modo corretto per il bene della Ferrari.