The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

ABBONATI SUBITO PER TE IL PRIMO MESE GRATIS!

Leggi illimitatamente tutti gli articoli del sito

Olesya, nata a Krasnojarsk, cinque titoli nazionali di taekwondo conquistati nelle categorie giovanili non erano stati sufficienti per ottenere la cittadinanza:
ma a 22 anni corona il suo sogno. «Mi sono sempre sentita italiana». E ora vuole la nazionale

Cinque titoli nazionali di taekwondo conquistati nelle categorie giovanili non erano stati sufficienti per ottenere la cittadinanza italiana. Alessia Korotkova, 22enne di origine russa (nata a Krasnojarsk, nella Siberia centrale), ma residente a Reggio Emilia da quando ne aveva tre, martedì si è presa una specie «riscossa», con annessa speranza di agguantare la maglia azzurra da difendere ai prossimi Giochi. Olesya (questo il nome all’Anagrafe e che comparirà sulla carta d’identità) ha infatti giurato per la Repubblica, diventando una connazionale a tutti gli effetti. Una cerimonia entusiasmante, nella sala dove si riunisce il consiglio comunale di Reggio Emilia e dove soprattutto campeggia il primo Tricolore ufficiale della nostra storia: ovvero quello della Repubblica Cispadana, il rosso bianco verde a strisce orizzontali che sta lì dal 1797. Ora la foto del vessillo, e della 22enne felicissima, è sul profilo facebook della stessa Alessia, accompagnata da queste parole più che eloquenti. «Mi sembra un sogno! Ho sempre pensato che sarebbe stata una notizia che mi avrebbe dato gioia, ma non mi sarei mai immaginata così tanta. Mi sono sempre sentita italiana e ora lo sono anche ufficialmente».