The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

ABBONATI SUBITO PER TE IL PRIMO MESE GRATIS!

Leggi illimitatamente tutti gli articoli del sito

Lo dice il rapporto finale dell’inchiesta sul volo Flydubai del 2016. Il comandante è andato in confusione. Nello schianto in Russia morirono 62 persone

Nessun problema tecnico, nessuna particolare criticità climatica. Più semplicemente il comandante è andato in confusione e ha perso la lucidità necessaria. È andato così tanto in difficoltà che non solo aveva impostato l’assestamento del velivolo in un modo sproporzionato, ma avrebbe persino potuto evitare la tragedia fino a sei secondi prima dello schianto. E invece non l’ha fatto. Né lui, né il primo ufficiale alla sua destra. E così 62 persone sono morte sul colpo dopo due tentati atterraggi. A far precipitare il Boeing 737-800 della low cost mediorientale Flydubai — non lo stesso esemplare del 737 Max fermo in tutto il mondo dallo scorso marzo — verso le 3:42 del mattino (ora locale, l’1.42 in Italia) il 19 marzo 2016 è stato l’errore umano.