The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Calcio Russia: notizie sul campionato russo

Campionato di calcio russo, aggiornamenti dalle competizioni presenti. La storia della Prem’er Liga con le squadre più importanti di Russia, aneddoti e curiosità

Il campionato russo nasce nel 1992, anno in cui la massima serie fu disputata con una formula anomala: le 20 squadre divise in due gironi, si affrontava in partite di sola andata, le 4 migliori di ciascun raggruppamento davano poi vita alla lega finale per il titolo, mentre le altre 12 ai play-off per la sosta in massima serie. Si trattò di una fase di transizione con le squadre russe che provenivano dal vecchio campionato sovietico.

I nomi dei livelli erano ancora quelli sovietici: il massimo campionato era la Vysšaja Liga. Nel 1998 la Vysšaja Liga divenne Vysšaja Divizion e nel 2001 Prem’er-Liga.

La Prem’er-Liga é composta da 16 club. Dal 2011 ha assunto un formato simile a quello dei campionati europei, con la stagione suddivisa su due anni: in precedenza la stagione si svolgeva su un unico anno solare, da marzo a novembre.

Il formato attuale della Prem’er-Liga prevede il classico girone all’italiana con partite di andata e ritorno per un totale di 30 partite complessive. La squadra vincente e la seconda classificata si qualificano per la Champions League, mentre la terza e la quarta si qualificano per l’Europa League assieme alla vincitrice della coppa nazionale. A retrocedere sono le ultime due classificate, mentre la terzultima e la quartultima disputano uno spareggio promozione/retrocessione con la terza e quarta classificata della seconda divisione.

Tre punti sono assegnati alla vittoria, uno al pareggio e zero alla sconfitta. Se le squadre hanno lo stesso numero di punti in classifica, i primi due criteri adottati per stabilire quale squadra si debba piazzare prima nella graduatoria sono il numero di vittorie e quindi la differenza reti. Se le squadre a pari punti si contendono il primo posto, i criteri usati sono il numero di vittorie e, di seguito, i punti ottenuti negli scontri diretti. Come estremo criterio c’è lo spareggio.