The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Covid azzera matrimoni, i fotografi protestano a Catania

Covid azzera matrimoni, i fotografi protestano a Catania

Palermo, 11 giu. (askanews) – A quasi un mese dalla fine del lock down e dopo pochi giorni dall’ufficializzazione, da parte della Regione Siciliana, delle nuove regole per la riapertura dei matrimoni, che saranno valide fino al 31 luglio, torna a fare sentire la propria voce il movimento spontaneo “Italian Wedding Industry”, nato in Sicilia e che annovera 5 mila prestigiosi operatori del settore in tutta la nazione. Dopo tanti mesi di incertezze, che hanno causato l’annullamento di del 90% cerimonie e oltre mezzo miliardo già andato in fumo solo nell’Isola, adesso scendono in campo fotografi e videomaker, manifestando, la totale assenza di misure verso il comparto.

Sull’onda di un vero e proprio tsunami commerciale, infatti, ieri una fitta delegazione di fotografi siciliani, si è riunita ufficialmente in piazza Università a Catania. Ad ascoltare il loro grido d’aiuto, il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, al quale i professionisti hanno presentato l’ennesima lettera, indirizzata al presidente Conte, al presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, e a tutti gli altri sindaci, nella quale si formalizza la reiterata richiesta di aiuto da parte di una delle classi lavorative maggiormente in difficoltà, che si è vista polverizzare il fatturato dell’intatto anno solare 2020, a causa di tutti gli annullamenti delle prenotazioni e i posticipi. (segue)