The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

NUOVO CONTRATTO MAIRE TECNIMONT IN RUSSIA, DI AMATO A NOVA

Nuovo contratto Maire Tecnimont in Russia, Di Amato a Nova: "Orgogliosi di rappresentare l'Italia"

Mosca , 06 mag 12:12 - (Agenzia Nova) - La grande esperienza di Maire Tecnimont del mercato russo, unitamente alla forte competenza di ingegneria e alla capacità di affrontare sfide in località remote e dalle notevoli complessità ambientali sono tratti distintivi del gruppo, da sempre. Lo ha affermato Fabrizio Di Amato, presidente e fondatore del gruppo Maire Tecnimont commentando ad “Agenzia Nova” il contratto relativo allo sviluppo del Complesso chimico di gas di Amur (Agcc). Come è stato annunciato ieri la controllata Tecnimont, in qualità di leader del consorzio con Mt Russia Llc, Sinopec Engineering Inc. e Sinopec Engineering Group Co., Ltd Russian Branch, si è aggiudicata un contratto Epss (Engineering, Procurement and Site Services) da parte di Amur Gcc Llc, società controllata da Pjsc Sibur Holding, per un valore complessivo di circa 1,2 miliardi euro. Con questo contratto, spiega Di Amato, “ci permettono di continuare a contribuire allo sviluppo del vasto piano di investimenti nella regione di Amur, con questa seconda fase focalizzata a valorizzare le grandi riserve di gas naturale. Rappresentare l’Italia in questo angolo di Russia asiatica è fonte di orgoglio, e allo stesso tempo rappresenta l’opportunità di creare valore per l’intera filiera di Pmi italiane e locali che contribuiranno alla realizzazione dell’opera”.

Il nuovo contratto ottenuto da Maire Tecnimont nella Federazione Russa consente alla società di entrare in un piano molto più ampio che va ad interessare le nuove rotte di approvvigionamento energetico, in particolare perché il progetto è situato al confine con la Cina. Il contratto riguarda lo sviluppo petrolchimico dell’Agcc, per cui la società italiana sta già contribuendo allo sviluppo della prima fase del progetto di sfruttamento delle enormi risorse di gas della parte orientale della Russia, l’Amur Gpp, un impianto di trattamento del gas. Maire Tecnimont, grazie alla controllata può vantare una presenza di lungo corso nel paese, oltre a precedenti esperienze di collaborazione con Sibur, che nel 2008 ha già commissionato l'implementazione di un progetto a Tobolsk. Il nuovo progetto, osservano rappresentanti della società, è frutto della collaborazione di lunga data, ma rappresenta un passaggio con un valore strategico superiore.

La parte downstream del processo che parte del prelievo del gas fino all'output di prodotti elaborati - settore in cui il cliente, la russa Sibur, è un attore leader – è quella che garantisce il maggiore valore aggiunto. In generale, progetti assimilabili al polo petrolchimico dell'Amur consentono di gettare un ponte tra il mondo in continua evoluzione dell'approvvigionamento energetico e quello ad alto valore aggiunto della manifattura, sottolineano rappresentanti della società di engineering. In un contesto di calo della domanda e del prezzo dei prodotti energetici, dovuta a varie ragioni che comprendono anche l'attuale pandemia di Covid-19, il passaggio alla trasformazione permette di accrescere il valore della materia prima e di differenziarne gli impieghi. I prodotti petrolchimici sono impiegati in diversi ambiti che vanno dall'alta tecnologia ai prodotti di uso quotidiano. Il packaging è ovviamente tra i settori principali, in quanto attraversa tutti gli altri processi produttivi. L’Agcc apporterà un significativo momento di sviluppo sia al settore energetico, che a quello manifatturiero dell'intera area, ma saranno le dinamiche future dei prezzi nei due ambiti a determinare l'intenzione dei principali player del cluster – Gazprom per l'upstream e Sibur per il downstream – di procedere ad ulteriori investimenti. Intorno alla prima fase, ricordano i rappresentanti di Maire Tecnimont, è in corso lo sviluppo di altre branche dell'elaborazione dei prodotti derivati dal gas, ad opera di società domestiche ed internazionali.

Nel contratto ottenuto dal consorzio con Mt Russia LLc, Sinopec Engineering Inc. e Sinopec Engineering Group Co., Ltd Russian Branch, rientrano servizi di supervisione e fornitura materiali, ma non di costruzione, in linea con la strategia generale dell'azienda, che mira ad una strategia selettiva e una gestione snella dei progetti in cui è impegnata. In merito alle tecniche di gestione aziendale, i rappresentanti di Tecnimont hanno sottolineato come l'operatività industriale ha reagito agli shock con resilienza nonostante le restrizioni progressivamente imposte negli ultimi mesi dai vari paesi per contenere la diffusione del coronavirus. La società è infatti passata a modalità di smart working già da tre anni. In controtendenza rispetto a molti altri operatori del settore, dove l'alto prezzo del petrolio consentiva di mantenere schemi di lavoro tradizionali, la società italiana ha deciso in anticipo di rinunciare a trasferte e presenza fisica laddove possibile. La digitalizzazione dei processi e l'impiego delle nuove tecnologie hanno permesso di mantenere una performance produttiva sostenibile, indipendentemente dagli shock globali a cui stiamo assistendo. (Rum)